Allarme a Cino, padre e figlio

recuperati dal soccorso alpino

Si è risolta senza conseguenze per le due persone coinvolte l’uscita alla quale sono stati costretti nel tardo pomeriggio di ieri gli uomini del soccorso alpino della stazione di Morbegno.

Poco dopo le 18 è stato lanciato l’allarme da parte della moglie dell’escursionista che si erano avventurati sul versante sopra l’abitato di Cino, nella costiera dei Cech assieme al figlio.

La donna, che non riusciva a contattare il marito probabilmente a causa della scarsa copertura della rete telefonica, si è allarmata visto il sopraggiungere del buio e ha richiesto l’intervento del 118 pensando alla possibilità di un incidente in montagna. Una eventualità che è stata scongiurata dopo due ore.

Intorno alle 18,30 una squadra di quindici tecnici del soccorso alpino di Morbegno è partita per raggiungere il paese di Cino seguendo l’indicazione del monte Bassetta come meta dell’escursione effettuata dai due uomini, residenti nel Milanese.

Poco dopo la partenza i volontari sono riusciti a individuare i due escursionisti in località Nestrelli che, in autonomia, anche se in assenza di torce, stavano procedendo lungo il sentiero. Gli uomini del soccorso alpino li hanno accompagnati a valle dove i due escursionisti hanno raggiunto la loro auto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA