Albosaggia chiama Sondrio  «Collaborazione possibile»
Dal municipio di Albosaggia arriva l’invito ad aprire una fattiva collaborazione (Foto by archivio)

Albosaggia chiama Sondrio

«Collaborazione possibile»

Albosaggia chiama Sondrio. Chissà se Palazzo Pretorio risponderà. Soprattutto non si conosce ancora il nome di chi potrà replicare all’istanza del municipio orobico. A oltrepassare il ponte sull’Adda è stato il sindaco Graziano Murada, che ieri, prese carta e penna, ha deciso di scrivere al futuro primo cittadino del capoluogo.

«Ho scritto al nuovo sindaco e alla nuova amministrazione che si insedierà a Sondrio dopo la tornata elettorale del 24 giugno – in ballottaggio il candidato del centro destra Marco Scaramellini e Nicola Giugni, candidato sindaco del centrosinistra – per chiedere la possibilità di aprire a una fattiva collaborazione tra le due municipalità».

Apertura peraltro «nel pieno rispetto del programma elettorale della lista che rappresento - aggiunge il sindaco orobico, che si spinge oltre -, non solo secondo me c’è la necessità di integrare alcuni servizi strategici per entrambi i Comuni, ma in un’ottica futura avanzo anche l’istanza di valutare l’ipotesi di un’Unione di Comuni», pone l’accento il neoeletto Murada, che domani sera alle 20,30 in aula presiederà il consiglio d’insediamento nel municipio di Albosaggia. All’ordine del giorno, l’esame delle condizioni di candidabilità e compatibilità degli eletti dopo l’esito delle urne del 10 giugno scorso, il giuramento di Murada, che procederà anche alla nomina dei componenti della giunta e designerà il suo vice, per proseguire con la determinazione degli indirizzi per la nomina di designazione o di revoca dei rappresentanti del Comune orobico in altre amministrazioni, enti, aziende ed istituzioni.

Ultimi due punti al vaglio del nuovo consiglio, l’elezione della commissione elettorale e la delibera riguardante i gettoni di presenza degli amministratori. Una seduta, quella di domani sera, durante la quale per la prima volta si troveranno faccia a faccia maggioranza e minoranza, quest’ultima composta da ex esponenti della maggioranza, che hanno lavorato nel passato insieme allo stesso Murada. Sui banchi dell’opposizione, salvo rinunce dell’ultima ora, siederanno da una parte per lo schieramento “Nuova Albosaggia” il sindaco uscente Fausto Giugni, affiancato dal primo degli eletti della lista Dario Ruttico, che fino a pochi giorni fa ha anche rappresentato l’amministrazione orobica in seno alla Comunità montana di Sondrio, con il ruolo di vice presidente e di assessore al Turismo e alla Cultura.

Dall’altra parte invece ci sarà il vice sindaco uscente Stefano Piasini e Silvia Paruscio della lista “Albosaggia Unita”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA