Alberi da abbattere, via libera  «Opera urgente, il pericolo c’è»
Uno scorcio delle piante di viale della Rimembranza a Morbegno

Alberi da abbattere, via libera

«Opera urgente, il pericolo c’è»

Dalla Sopraintendenza parere favorevole all’operazione. In viale della Rimembranza a Morbegno si procederà nei prossimi giorni.

Arriva il parere favorevole della Soprintendenza: via libera all’abbattimento degli alberi sul viale della Rimembranza. Gli ultimi cedimenti e rami caduti si sono registrati solamente una decina di giorni fa per via del vento e delle forti piogge, ma sono ormai tre anni che si parla di intervenire sul viale monumentale (le piante sono dedicate ai Caduti di guerra), che si affaccia sulla chiesa dell’Assunta di via San Martino, oggetto di varie vicissitudini di segno discordante (da chi optava per il taglio delle fronde degli alberi monumentali sino alla raccolte firme a tutela del verde).

«Ora c’è la dichiarazione ufficiale della Soprintendenza rispetto al rischio di crollo, alla necessità di intervento sugli alberi e la relazione agronomica sullo stato di cattiva salute degli alberi - spiega il sindaco Alberto Gavazzi -, quindi a giorni procederemo con il taglio, si tratta di un sacrificio che verrà però risarcito in termini di sicurezza e ovviamente con la ripiantumazione degli alberi in primavera».

Solamente nel mese di novembre era arrivata sul tavolo del sindaco la richiesta di interventi urgenti sul viale della Rimembranza proprio a seguito della caduta di nuovi rami accanto alle case e allo sradicamento di una pianta che fortunatamente non ha provocato danni a cose o persone. Ai residenti il primo cittadino ha comunicato l’avvenuta approvazione da parte della Soprintendenza, quindi la predisposizione di tutte le attività necessarie per potere procedere al taglio completo degli alberi previsto nel corso di questo mese.

«Lavori che partiranno a breve viste anche le condizioni meteo favorevoli - precisa Gavazzi -. Prima ho voluto verificare alcune precisazioni sull’organizzazione dei lavori e che fosse passata l’informazione a tutti gli abitanti della zona. In questi giorni invierò una nota informativa all’intera popolazione» .

Non solo. «Avrei preferito che il taglio e la ripiantumazione fossero contemporanei, purtroppo però è urgente l’anticipazione dell’abbattimento vista la situazione di pericolo di cui il sindaco è direttamente responsabile - prosegue Gavazzi -. Quindi si procederà con la riqualificazione su progetto e relazione paesaggistica del dicembre dell’anno passato a cui la Soprintendenza ha dato l’ok con la dichiarazione di rischio certificata dal ministero». In base al progetto di riqualificazione di viale della Rimembranza, lo stato vegetativo fitosanitario degli alberi è compromesso anche dallo sviluppo edilizio della zona, che ha segnato la vita vegetativa del doppio filare di alberi.

In questo senso hanno contato anche la presenza di sottoservizi e di un elettrodotto di media tensione stretto. Sul viale saranno ripiantumati a primavera i cipressi (Cipressi totem che hanno sviluppo più contenuto rispetto ai Cipressi pyramidalis originari), dove indicare, come è sempre stato, i nomi dei 54 Caduti della Prima guerra mondiale a cui ciascun albero del viale è dedicato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA