Al via le iscrizioni a scuola  E il sistema va subito in tilt
Il sito del ministero in tilt

Al via le iscrizioni a scuola

E il sistema va subito in tilt

Ieri il sito del ministero dell’Istruzione non ha retto all’assalto dei genitori.

In tilt, come da copione. Come peraltro accaduto un anno fa e anche quelli precedenti, ieri il sito del ministero dell’Istruzione non ha retto all’assalto dei genitori alle prese con le iscrizioni online al nuovo anno scolastico 2018-2019, che sul territorio provinciale coinvolgono all’incirca 5.000 ragazzi e ragazze, prossimi ad iniziare chi la prima elementare, chi le scuole medie e chi il primo anno delle superiori.

Nonostante ci sia tempo sino alle 20 di martedì 6 febbraio, le famiglie si sono già attrezzate e messe al computer, cercando invano di inoltrare la domanda all’indirizzo www.iscrizioni.istruzione.it. Dopo un pesante rallentamento iniziale, l’inevitabile blocco. E nessuna possibilità di procedere. Nulla di nuovo, dunque, visto che il portale puntualmente ogni anno ha collassato il primo giorno di avvio delle operazioni di iscrizione. Non resterà che pazientare e ritentare nel portale nei prossimi giorni, seguendo passo passo le indicazioni che si trovano direttamente online.

Prima dell’iscrizione, è necessario registrarsi per ottenere le credenziali - nome utente e password -, indispensabili per accedere al servizio vero e proprio. Registrazione, che era già possibile effettuare dalla settimana scorsa, esattamente da martedì 9 gennaio.

Due sono le sezioni di cui si compone il modello di domanda: nella prima bisogna inserire i dati anagrafici dello studente, della scuola scelta e le preferenze in merito all’orario scolastico (per le elementari) o l’indirizzo di studio (per le superiori). Nella seconda sezione vanno selezionate, invece, le informazioni e le preferenze che riguardano i servizi offerti dalla scuola, come la formazione delle classi.

Una volta terminata questa procedura, il genitore riceverà in automatico dal Miur, all’indirizzo mail indicato nella fase di registrazione, la conferma che la domanda è andata a buon fine, mentre alla scuola viene inviato il modulo di iscrizione. Dopodiché toccherà alla scuola prescelta accettare l’istanza, o in caso contrario indirizzarla ad un’altra scuola decisa dal genitore come soluzione alternativa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA