Al santuario a piedi in tutta sicurezza
I pedoni saranno dirottati su una bretella pedonale aprendo piccole strade e portoni

Al santuario a piedi in tutta sicurezza

Tirano: approvato il progetto da 80mila euro per la realizzazione di un percorso protetto da via Elvezia. «Dobbiamo tutelare i pellegrini e facilitare i turisti che a migliaia vengono a visitare le nostre bellezze».

Migliaia, ogni anno, i pellegrini che raggiungono il santuario della Beata Vergine di Tirano per pregare la Madonna, per ammirare le bellezze architettoniche del monumento mariano e il pregio dell’organo che vi è contenuto. Per i pellegrini ma anche per i residenti della frazione tiranese di Madonna di Tirano è pensato l’intervento che sarà realizzato nel giro di breve tempo a Tirano: un nuovo passaggio pedonale sicuro e protetto che colleghi via Elvezia con la piazza del santuario.

L’amministrazione comunale ha approvato il progetto definitivo – nel giro di poco tempo ci sarà l’appalto dei lavori – che consentirà agli abitanti nella zona nord di Madonna di Tirano (via Elvezia, via Rasica e le vie affacciate verso il confine elvetico) di arrivare in piazza senza dover più percorrere la strettoia di via Elvezia che si apre sulla piazza, senza marciapiede. Un tratto dove convergono contemporaneamente in pochi metri di larghezza il traffico veicolare con doppio senso di circolazione, il trenino rosso del Bernina (con i binari direttamente sulla strada) e pedoni. «Da qualche mese ci stiamo lavorando, perché era necessario garantire sicurezza a chi accede alla piazza dove ci sono i negozi oltre che il santuario - spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Daniele Pola -. Il progetto prevede di scavalcare l’accesso nord alla piazza deviando i pedoni su una bretella pedonale che apriremo partendo da via Elvezia. Di fianco al ristorante Marianna c’è un piccolo passaggio che porta in un terreno di proprietà del Comune, qui la stradina farà una curva a gomito per scendere verso la piazza e sbucare proprio di fronte alla Porta Santa del santuario. Sarà un percorso pavimentato in porfido, esclusivamente pedonale e sarà privo di barriere architettoniche in modo che tutti possano fruirne». Peraltro di fronte alla Porta Santa, nei mesi scorsi, il Comune ha realizzato un rialzamento della strada che consente anche ai portatori di handicap o alle mamme con carrozzine di entrare in chiesa senza ostacoli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA