Al posto dei libri i gomitoli, la stoffa  e la pasta di sale
Lezione di maglia con i ferri per le alunne della scuola primaria

Al posto dei libri i gomitoli, la stoffa

e la pasta di sale

La settimana dell’artigianato alla primaria: sono 137 i bambini coinvolti in questa iniziativa L’insegnante: «Così imparano moltissimo con il fare»

Gli alunni della primaria di Ardenno imparano grazie alla “settimana dell’artigianato”. I 137 bambini dalla prima alla quinta hanno lasciato temporaneamente a casa cartella e libri per dedicarsi a «lavoretti manuali, con l’aiuto di artigiani, volontari, genitori, nonni. Così per una settima non esisteranno più le classi, ma gruppi di alunni eterogenei per età che si divideranno in diversi laboratori» spiega Elisa Gusmeroli dirigente scolastica dell’istituto comprensivo di Ardenno.

«Perché si può fare scuola in modo diverso, non esiste solamente la lezione frontale e i bambini imparano moltissimo con il fare, il costruire, il creare» precisa Antonietta Borromini insegnante e coordinatrice del progetto.

Lo dimostrano direttamente i piccoli studenti impegnati nel laboratorio di burattini, teatrino, libri, di fiori di carta, nei laboratori del legno, della maglia o della pasta di sale. Si entra in aula, ognuna riconoscibile per la coccarda appesa sulla porta, ma sembra di stare davvero nella bottega di un artigiano, nell’atelier di una sarta o nella stanza di un’artista: in gruppi gli alunni armeggiano con stoffe o con la colla calda, altri con pezzi di compensato e carta che con pazienza, abilità, tecnica e fantasia diventeranno fiori, alberi colorati, libri, portamonete, scaldacollo, tappeti colorati o burattini di pezza con appresso il loro teatro.

Tutti i particolari e le fotografie sul quotidiano La Provincia di Sondrio


© RIPRODUZIONE RISERVATA