Al lago Palù l’appello del vescovo Coletti per la Custodia del Creato
La Giornata del Creato al lago Palù (Foto by Luca Gianatti)

Al lago Palù l’appello del vescovo Coletti per la Custodia del Creato

«Il pianeta non un posto in cui possiamo fare di tutto e di cui possiamo approfittare, ma una casa di cui dobbiamo essere custodi e non sfruttatori, dove vivere i nostri sentimenti, i nostri affetti, le nostre paure e le nostre preoccupazioni»

Una “filastrocca” di San Francesco d’Assisi e un passo biblico dell’Apocalisse: sono stati questi i “brani” scelti dal vescovo della diocesi di Como monsignor Diego Coletti, in occasione dell’incontro tenutosi al lago Palù oggi in occasione della decima Giornata del Creato e della prima giornata mondiale per la cura e la custodia del Creato, per sensibilizzare i fedeli su temi importanti quali l’amore e il rispetto verso il pianeta, da considerare, sempre secondo le parole di monsignor Coletti «non un posto in cui possiamo fare di tutto e di cui possiamo approfittare, ma una casa di cui dobbiamo essere custodi e non sfruttatori, dove vivere i nostri sentimenti, i nostri affetti, le nostre paure e le nostre preoccupazioni».

Approfondimento e foto su La Provincia di Sondrio in edicola il 2 settembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA