Venerdì 01 Agosto 2014

Agente di Campodolcino

salva automobilista dall’acqua

L’intervento a Gallarate

C’è anche il poliziotto campodolcinese Pietro Guanella tra gli uomini che, nel pomeriggio di martedì, hanno soccorso i cittadini in difficoltà durante il nubifragio che ha colpito la provincia di Varese.

A Guanella è toccato il compito di recuperare un uomo bloccato nella propria auto, in una strada che si era trasformata in un torrente. Dalle 14 c’è stata una vera e propria bomba d’acqua. Alcune strade a Busto Arsizio e Gallarate si sono riempite d’acqua e le forze dell’ordine sono intervenute per bloccare la circolazione. Ma qualche problema, nonostante il rapido intervento delle pattuglie, è stato inevitabile. Guanella, agente della Stradale di Busto Arsizio, è stato impegnato nel salvataggio del conducente di una vettura rimasto bloccato dal nubifragio.

Alle 15 è intervenuto a Gallarate, all’altezza dello svincolo dell’autostrada A8. La pattuglia, impegnata nel deviare il traffico in direzione di luoghi sicuri, si è accorta della presenza di una macchina in un sottopassaggio allagato. La vettura era rimasta bloccata con l’acqua fino al cofano e il livello continuava a salire. Visto che in quel momento non erano disponibili sul posto equipaggi dei vigili del fuoco, il compito di soccorrere l’automobilista bloccato nell’abitacolo della propria vettura - un uomo del posto di quarant’anni - è toccato a Guanella. Gli agenti hanno liberato l’uomo e con l’utilizzo di una corda lo hanno riportato in un luogo sicuro. «Abbiamo fatto il nostro dovere: quell’automobilista era bloccato in mezzo all’acqua che saliva e rischiava grosso - hanno spiegato -. Fortunatamente tutto si è concluso senza gravi conseguenze».

© riproduzione riservata