«Adotta un sentiero». Il recupero montano  parte da una donazione
Comparsi anche i primi cartelloni in città

«Adotta un sentiero». Il recupero montano

parte da una donazione

Partita la campagna a favore dei tracciati. Con 20 euro sarà possibile sistemare dieci metri. «Investire sul territorio significa investire in futuro».

Adottare un tratto di sentiero in montagna, con una donazione per garantirne il recupero oppure mettendosi in gioco in prima persona per esplorare, curare e far conoscere i percorsi tradizionali del territorio.

Si chiama “Più futuro ai sentieri” la campagna lanciata nei giorni scorsi da “Più segni positivi”, il progetto coordinato dal consorzio Sol.Co che con l’azione “Cantieri in quota” nei mesi scorsi ha già portato alla sistemazione di diversi tracciati, come il Sentiero Balcone alle pendici del monte Rolla, inaugurato ai primi di luglio.

Partita ufficialmente in questi giorni, dopo la presentazione a Scarpatetti Arte del video sull’attività dei “Cantieri in quota”, la campagna vuole coinvolgere i cittadini nell’operazione di ripristino e pulizia: con una donazione di 20 euro si potrà garantire il recupero di dieci metri di sentiero, con 60 euro donati il tratto sarà di 30 metri, con 120 euro si adotteranno 60 metri di sentieri, con un dono di 200 euro i metri sistemati saranno un centinaio.

«Noi di “Più segni positivi” siamo convinti che investire nella valorizzazione del territorio significhi investire in quote di futuro - si legge nella pagina web dedicata alla campagna -. E chi, come noi, risiede in una zona di montagna, sa bene l’importanza che riveste la cura dei sentieri per la comunità. Per questo invitiamo tutti ad adottare un po’ di domani del nostro territorio». In questi giorni a Sondrio e dintorni sono spuntati i primi manifesti con lo slogan “Più futuro ai sentieri”, mentre la pagina Facebook del progetto ha iniziato a lanciare la campagna con un hashtag dedicato. Per dare un contributo i cittadini interessati potranno utilizzare il conto corrente dedicato al progetto “Più segni positivi” (intestato a Pro Valtellina Onlus, Iban IT21X0521611010000000021916, con la causale “Più più più + Comunità + Condivisione + Crescita per affrontare le povertà in Valtellina”).

La donazione economica non è l’unica modalità di coinvolgimento prevista dalla campagna. «Ci sono molti modi» per adottare un sentiero, si legge infatti nella presentazione dell’iniziativa: percorrerlo, esplorarlo, viverlo, curarlo, studiarlo, farlo conoscere. Un invito rivolto a tutti, insomma, che può diventare anche l’occasione per scoprire il progetto “Più segni positivi” e le sue iniziative studiate per dare un sostegno concreto alle persone che attraversano un momento di difficoltà: tutte le informazioni si trovano sul sito piusegnipositivi.org, che è anche il punto di riferimento per proporsi come volontari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA