Addio a “Bundi” SciAresa  campione di motociclismo
Abbondio “Bundi” Sciaresa all’autodromo di Vallelunga con la moglie Cornelia, sempre al suo fianco

Addio a “Bundi” SciAresa

campione di motociclismo

La moglie Cornelia, sempre al fianco del campione di motociclismo Abbondio Sciaresa. Avrebbe festeggiato gli 81 anni domenica 19 aprile

Questo virus ci sta portando via tanta storia vivente e grandi uomini. Infatti sono numerose le testimonianze che piangono la prematura scomparsa di un grande campione del motociclismo valtellinese, Abbondio “Bundi” Sciaresa. Dal lago a Mandello, e poi su fino all’Alta Valtellina, la costernazione è grande perché Sciaresa lo avevano visto fino a pochi giorni fa fuori dal suo box dove teneva e custodiva gelosamente le sue moto.

Un grande pilota, venuto su dal nulla, perché le sue prime vittorie arrivarono presto, a soli 11 anni, con la complicità di papà Silvio che gli metteva a disposizione i motorini prima e le moto per correre. Ecco come si “fabbrica” un grande campione. E poi la fortuna di trovare nella moglie Cornelia il proseguimento di ciò che aveva fatto papà Silvio. Oltre a essere una bella e intelligente signora, Cornelia lo accompagnava sulle piste negli anni Settanta quando il campione del Moto club Sondrio era all’apice della sua carriera: correva al Bol d’Or, la prestigiosa 24 Ore francese, e poi le 500 km di Vallelunga e Mugello dove il podio per il Bundi era assicurato. Insomma, la sua presenza metteva tranquillità e sicurezza al pilota.

Ora la moglie è disperata perché il suo “Bundi”, così lo chiamavano tutti, non c’è più. «Non ce la aspettavamo una scomparsa in così breve tempo - spiega -. Venerdì scorso è stato ricoverato e giovedì purtroppo la notizia della sua scomparsa, mi sembra un incubo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA