Accordo vicino tra Fca e Google  Ecco l’auto senza conducente
Un prototipo dell’auto che si guida da sola

Accordo vicino tra Fca e Google

Ecco l’auto senza conducente

Il modello su cui si avvierà la sperimentazione prima della commercializzazione sarà un van della Chrysler

Svolta storica per il mondo dei motori. L’auto senza conducente che si guida da sola potrebbe essere presto realtà. Secondo le indiscrezioni raccolte dal Wall Street Journal, Marchionne e John Krafcik, a capo della divisione delle driverless car di Google, avrebbero intensificato i dialoghi avviati durante il Consumer Electronics Show, consolidando così l’interesse reciproco per l’auto senza conducente.

Già un anno fa FCA aveva avviato un tavolo di discussione con Tesla e Apple, palesando un forte interesse per quella che sembra essere una ricetta che soddisfa molte delle necessità del gruppo guidato da Marchionne, primo sponsor del bisogno di nuove joint venture per scuotere e mantenere vivo il mercato dell’automobile. L’accordo dovrebbe portare FCA a produrre una versione autonoma del minivan Pacifica, vettura che Google identifica come chiave per accedere alla rete di concessionari Fiat Chrysler..

L’accordo cambierà radicalmente la strategia e la prospettiva del Lingotto. Prevede che Fca fornisca a Google un certo numero (si dice un centinaio) di van della Chrysler, quella che è stata presentata al salone di Detroit con il nome di Pacifica, trasformandola nell’auto di base su cui realizzare la selfdriving car. Un modo per Torino per mettere piede nel mondo della connettività: l’auto senza guidatore e l’immenso patrimonio di dati che si porta dietro. La fase sperimentale dovrebbe durare un anno. Se avrà successo verrà avviata la seconda fase, quella della commercializzazione di un certo numero di Pacifica senza guidatore, si parla di alcune centinaia


© RIPRODUZIONE RISERVATA