Accoltellamento a Lugano: «Terrorismo non escluso»
Manor di Lugano

Accoltellamento a Lugano:
«Terrorismo non escluso»

Una ragazza armata di coltello ha aggredito due donne ferendone una: non è in pericolo di vita. «Era conosciuta alle autorità»

Violento episodio al grande magazzino Manor di Lugano. Come riferisce il Corriere del Ticino, nel pomeriggio di oggi per cause al momento ignote una ragazza si è scagliata contro due donne ferendone una al collo con un coltello. La donna ha riportato ferite serie ma non sarebbe in pericolo di vita. Testimoni dicono che la ragazza avrebbe urlato di essere dell’Isis: la polizia non esclude dunque il movente terroristico. L’autrice dell’aggressione è stata« fermata da una coppia di clienti e infine consegnata alla polizia. L’arma non l’avrebbe avuta con sé ma l’avrebbe presa al reparto casalinghi del negozio.

Nel corso di una conferenza stampa a Bellinzona, il sospetto di matrice terroristica ha trovato conferma: la donna, hanno detto il comandante della Polizia cantonale Matteo Cocchi e la direttrice della Polizia federale Nicoletta Della Valle, «era un volto conosciuto dalle autorità per fatti di competenza della Polizia giudiziaria».


© RIPRODUZIONE RISERVATA