Abbagliano un cervo e il suo piccolo  E li uccidono vicino alle abitazioni  Denunciati due bracconieri
Gli ungulati in autunno si spingono dal bosco vicino alle abitazioni

Abbagliano un cervo e il suo piccolo

E li uccidono vicino alle abitazioni

Denunciati due bracconieri

I due bracconieri sono stati individuati subito e denunciati all’autorità giudiziaria

Gli episodi di bracconaggio risultano già di per sé particolarmente sgradevoli, per così dire, ma quello venuto alla luce ieri lo è in modo particolare. A quando risalga la denuncia di due bracconieri non è dato sapere, si tratta comunque di un fatto recente avvenuto nel territorio comunale di Livigno, dove l’intervento tempestivo degli agenti provinciali a supporto dei carabinieri locali ha consentito la ricostruzione dei fatti che hanno causato l’uccisione di due cervi, madre allattante e piccolo.

L’operazione ha portato al fermo di un’automobile, con a bordo due cacciatori che avevano appena caricato un piccolo cerbiatto da poco abbattuto, ancora caldo e sanguinante. I due uomini, di cui non sono state rese note le generalità, nemmeno se si tratta di persone della zona o meno, sono stati denunciati all’autorità giudiziaria.

Quello che è contestato ai due uomini è particolarmente spiacevole: secondo quanto ricostruito da carabinieri e agenti i due bracconieri avrebbero abbattuto i due selvatici illuminandoli coi fari della propria automobile e poi sparando dalla pubblica via in prossimità di abitazioni. Ai rilievi sulle carcasse degli ungulati ha provveduto il veterinario dell’Ats della Montagna, allertato la notte stessa per procedere agli accertamenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA