A Morbegno è la notte dei saldi  «Lavoriamo tutti per il rilancio»
Anche a Morbegno iniziano i saldi con grandi aspettative da parte dei commercianti guidati da Mario Rovagnati (seduto al centro nella foto)

A Morbegno è la notte dei saldi

«Lavoriamo tutti per il rilancio»

Partono i ribassi, vetrine accese fino alle 24 anche in città . Rovagnati: «Affrontiamo la stagione dei flussi turistici con entusiasmo».

Saldi estivi al via oggi. Voglia di shopping e di merce in vendita a prezzi più moderati con l’avvio dei ribassi in tutta la regione e fino al 3 settembre. Saldi estivi che si stima comporteranno un acquisto medio a persona di 97 euro con un valore totale stimato a livello nazionale di 3,5 miliardi di euro.

A Morbegno ci sarà un movimento specie nel triangolo commerciale tra via Nani, via Vanoni, via Garibaldi e in via Fabani: a incentivare gli acquisti viene annunciata oggi l’ormai tradizionale «serata con le vetrine accese e negozi aperti fino a mezzanotte», attrazione per i tanti acquirenti che andranno a mettere nello shopper l’articolo spesso individuato da mesi e che viene portato a casa con sconti che vanno dal 20 al 30, 40, 50%. Dell’organizzazione di questa iniziativa e delle altre attività promozionali si occupano come sempre i dirigenti mandamentali dell’Unione commercio e turismo. «Anche in questa occasione – ha affermato il presidente Ucts Morbegno Mario Rovagnati – mettiamo in campo, in accordo con il consorzio turistico Morbegno e il presidente Giandiego Amira, eventi mirati per sostenere l’azione di vendita durante il periodo dei saldi. Affrontiamo i ribassi estivi e la stagione dei flussi turistici nella nostra zona con grande entusiasmo».

«C’è da rimarcare come questo entusiasmo lo si veda condiviso e riflesso anche nella sfera amministrativa cittadina, negli enti superiori, nei consorzi, nella Pro loco. C’è voglia di di fare, di essere coesi, c’è il giusto spirito per cercare di raggiungere obiettivi importanti dando slancio a Morbegno, al mandamento. In particolare per i saldi, momento importante per le economie degli esercizi, ci auguriamo che nel comprensorio si possa agire uniti e in modo compatto per affrontare le sfide immediate e quelle che si profilano all’orizzonte».

Rovagnati richiama l’attenzione sui prossimi impegni per commercio, turismo e servizi. «La nostra è diventata città alpina, questa è una realtà riconosciuta. Guardando in avanti vediamo in arrivo le Olimpiadi che chiameranno al lavoro anche la Bassa Valle. Via di transito per le zone sciistiche, con un’attività ricettiva, di ospitalità che sarà coinvolta. Dovremo essere attenti, pronti ad accogliere l’evento e portare a casa risultati positivi dando lustro alla città». Con gli eventi estivi, viene annunciato «impegno» anche a «portare animazione e vivacità nelle arterie della viabilità interna morbegnese fuori dal “triangolo commerciale”». Con amministratori, dirigenti di associazioni e consorzi sempre più determinati «a estendere la mappa della città transitata e turistica», andando a «rivitalizzare quartieri e snodi» centrali, ma che restano sempre un po’ ai lati nella vita urbana. «Impegno confermato – ha precisato Rovagnati –, stiamo lavorando anche in quella direzione. Abbiamo avuto un incontro con l’amministrazione, i due consorzi, la Pro loco e puntiamo a mettere le basi per rivitalizzare spazi e aree dalle indubbie potenzialità. In questo primo periodo, come nuovo direttivo insediatosi da poco, si sta cavalcando quanto era in calendario, ma non mancheranno progetti per il futuro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA