Lunedì 11 Gennaio 2010

Lo dice il "Sole-24 Ore":
"Valle libera dal cemento"

In Lombardia Sondrio è la provincia con meno superficie urbanizzata, e fra quelle in cui il “consumo” del suolo viaggia a ritmi più ridotti: lo dicono i dati elaborati dell’Osservatorio nazionale sui consumi di suolo, istituito da Politecnico di Milano, Istituto nazionale di urbanistica e Legambiente per monitorare l’incremento delle aree edificate su tutto il territorio nazionale.
Nei mesi scorsi l’organismo ha condotto una prima analisi su diverse regioni italiane, e nell’edizione di lunedì il quotidiano economico “Il Sole 24Ore” ha presentato i dati in occasione dell’entrata in vigore – dal primo gennaio, ma in sostanza da lunedì, dopo il fine settimana – delle nuove normative in materia di tutela del paesaggio, in particolare delle aree vincolate che costituiscono il 47% del territorio italiano e il 49,2% di quello lombardo: su tutti i progetti relativi a queste porzioni di territorio, a partire da quelli edilizi, è ora necessario il parere preliminare e vincolante della Soprintendenza dei Beni culturali, che prima invece si esprimeva soltanto sui progetti già approvati dai Comuni e poteva annullare un iter soltanto per vizi di legittimità degli atti. Qualcosa insomma dovrebbe cambiare. Sta di fatto che, dando un’occhiata alla situazione del recente passato, secondo i dati analizzati dall’Osservatorio sui consumi di suolo in Lombardia negli ultimi anni le aree occupate da infrastrutture ed edifici sono cresciute di 10 ettari al giorno, l’equivalente di 14 campi da calcio: in provincia di Milano la superficie urbanizzata è passata dal 38,9% del 1999 al 42,5% del 2007, con un ritmo di costruzione che ha toccato i 2,5 ettari al giorno, mentre in Valtellina e Valchiavenna si è passati dal 2,2% di superficie urbanizzata del 1999 al 2,4% del 2006, un dato che colloca Sondrio all’undicesimo e ultimo posto fra le province lombarde. Anche nella graduatoria per il ritmo di costruzione la nostra provincia è il fanalino di coda, con un dato di 0,2 ettari al giorno, preceduta da Lecco, Como e Varese.

r.carugo

© riproduzione riservata