Wolf Call - Minaccia in alto mare

Regia: Antonin Baudry

Genere: Drammatico

Anno: 2019

Con: Franois Civil, Omar Sy, Mathieu Kassovitz, Reda Kateb, Paula Beer, Alexis Michalik, Jean-Yves Berteloot, Damien Bonnard

E' la storia di un giovane uomo che ha il raro dono di riconoscere ogni suono che sente. A bordo di un sottomarino nucleare francese ogni cosa dipende da lui ed è per questo viene chiamato come lorecchio doro. Tutti lo reputano il migliore, finché un giorno non commette un errore che mette lequipaggio in pericolo di vita. Per cercare di recuperare la fiducia dei suoi compagni, finirà per mettersi in una situazione ancora più drammatica. Nel mondo della dissuasione nucleare e della disinformazione, si ritroveranno tutti intrappolati in un ingranaggio incontrollabile. E' il primo debutto di Antonin Baudry come regista cinematografico conosciuto come sceneggiatore di fumetti. Il regista in questo film cerca di mostrare i complessi meccanismi della dissuasione nucleare, considerata un pilastro della politica di difesa francese. In questa ottica, le armi nucleari non sono un mezzo di attacco ma uno strumento per mostrare la propria forza ed evitare che si inneschi la guerra, come deterrente verso nemici dotati di armi di distruzione di massa. Il cast scelto da Antonin Baudry vanta attori molto diversi sia per il background professionale che per un fattore anagrafico. Dal giovane Civil ai più esperti Kateb e Kassovitz, passando per Omar Sy, gli attori che si alternano sul grande schermo offrono caratteristiche diverse ma complementari. Il risultato è uninterpretazione corale ben riuscita e ricca di sfaccettature. Nel passato di questi attori ci sono film di genere diverso ma che hanno segnato il cinema francese e mondiale: basti pensare a Il favoloso mondo di Amélie per Kassovitz, a Django per Kateb oppure a Quasi amici per Sy.