Il folclore magiaro al Teatro Sociale di Sondrio
Appuntamento venerdì al Teatro Sociale con “Rapsodia ungherese”

Il folclore magiaro al Teatro Sociale di Sondrio

Venerdì sul palco salirà l’Hungarian State Folk Ensemble: è il primo dei tre appuntamenti degli Amici della Musica e del CID per salutare il nuovo anno

Triplice spumeggiante appuntamento musicale per salutare il nuovo anno. Gli “Amici della Musica” di Sondalo e il CID di Sondrio attendono il pubblico in una serie di accattivanti spettacoli che si terranno al Teatro Sociale del capoluogo nei prossimi giorni.

Nel primo, venerdì 30 dicembre, ore 20.45, esibizione del Balletto Nazionale “Hungarian State Folk Ensemble” in Rapsodia Ungherese. Fondata nel 1951, la compagnia ha sempre avuto come scopo quello di raccogliere, conservare e tramandare il folclore magiaro, così ricco, vitale e colorito da incantare le platee ad ogni latitudine.

“Rapsodia ungherese” è un’antologia di musiche e danze che vogliono offrire uno sguardo interessante su questa speciale cultura espressa in eleganti e vivaci danze acrobatiche che intrecciano e armonizzano il vigore degli uomini e la grazia delle ragazze. Il messaggio che il balletto vuole trasmetterci è chiaro: nel mezzo dell’omologazione causata dal processo di globalizzazione, c’è ancora spazio per una cultura “local” che abbia, comunque, una valenza universale. Direttore coreografo e artistico Gàbor Mihaly; leader del gruppo di ballo Richard Kokeny; direttore musicale Làszlo Kelemen; direttori d’orchestra Pàl Istvàn e Ferenc Radics.

Il Concerto di Capodanno

Domenica 1° gennaio alle 17 ritorna l’Orchestra Antonio Vivaldi diretta da Lorenzo Passerini, recentemente applaudito in una bella serata di musica e canto dedicata al melodramma italiano.

Protagonista del Concerto di Capodanno, l’Orchestra si avvale questa volta di due presenze importanti: il soprano Linda Campanella e il pianista Vincenzo Balzani

Infine, mercoledì 4 gennaio, ore 20.45, altro gradito ritorno per i palcoscenici valtellinesi: volentieri infatti assisteremo a un classico del balletto: Lo schiaccianoci di Piotr Iliic Ciaikovskij su coreografie di Marius Petipa. La popolare fiaba natalizia con protagonista la piccola Clara che sogna migliaia di topi venuti per rubarle lo schiaccianoci, sarà portata in scena dal Balletto di Mosca, giovane compagnia fondata all’inizio del 2001 con l’obiettivo di sviluppare la grande tradizione del balletto classico russo.

I tre concerti sono fuori abbonamento, ma è assicurato il servizio bus navetta gratuito per i soci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare