Serata di note al Vertemate: «Sarà un concerto spettacolare»
Il maestro Passerini, è la terza serata dedicata al patrono di Chiavenna che vede la presenza della “Vivaldi”

Serata di note al Vertemate: «Sarà un concerto spettacolare»

San Lorenzo, giovedì 10 agosto al palazzo di Piuro l’orchestra Vivaldi diretta dal maestro Passerini. «Un appuntamento festoso in un ambiente magico».

«Abbiamo scelto brani spettacolari e sarà senza dubbio un concerto festoso nel magico scenario del Vertemate». L’orchestra “Antonio Vivaldi” diretta dal morbegnese Lorenzo Passerini è pronta per l’appuntamento di San Lorenzo a Prosto di Piuro. Si tratta della terza serata dedicata al patrono di Chiavenna che vede impegnata sul palco del palazzo, di proprietà dell’amministrazione comunale della città della Mera, quest’apprezzata formazione orchestrale.

Cominciamo da due anni fa. Il concerto del 10 agosto del 2015 a palazzo Vertemate si concluse con vari minuti di applausi del pubblico all’orchestra. Quel battito di centinaia di mani prodotto dal senso di ammirazione e riconoscenza degli spettatori, grazie alla conformazione del territorio della frazione di Piuro, finì contro la parete rocciosa e l’eco portò a un effetto ancora più intenso e prolungato. Un’emozione che i musicisti ricordano e vogliono rivivere e far riprovare ai presenti. E ora si riparte da lì. Proprio come due anni fa, proprio come nel 2013. La formazione diretta dal maestro Passerini sarà di nuovo protagonista del tradizionale concerto che si terrà giovedì 10 agosto e sarà ospitato a Cortinaccio. Per i valchiavennaschi, ma non solo, ci sarà l’opportunità di ascoltare buona musica in un’atmosfera carica di suggestione. Alle 21 l’orchestra si esibirà in “Ouverture sotto le stelle”. Nel programma ci sono composizioni di Franz Von Suppé (l’ouverture da Cavalleria leggera), Piergiorgio Ratti, (La rinascita, inno alla città di Piuro), Antonin Dvořák, (Carnival Ouverture), Gustav Holst (Jupiter), Dmitrij Shostakovic (Festive Ouverture), Johannes Brahms (Danza slava n. 5), Camille Saint-Saëns (Bacchanale dall’opera Sansone e Dalila) e Piotr Ilic Čajkovskij, con Ouverture 1812. Un mix di artisti che sicuramente ammalierà gli intenditori, ma che conquisterà anche gli ascoltatori meno esperti.

«Non proporremo un repertorio standard: vogliamo dare vita a un concerto spettacolare - annuncia Passerini -. Attraverso la scelta dei brani abbiamo voluto valorizzare la stessa location, un ambiente straordinario sul piano artistico e paesaggistico». L’Orchestra Vivaldi, nata alla fine del 2011, è formata da talentuosi musicisti provenienti da tutta Europa: giovani componenti per un altrettanto giovane direzione artistica con il morbegnese Passerini, di 26 anni, direttore musicale, Piergiorgio Ratti, compositore residente, Olga Introzzi, direttore di produzione, Tommaso Benciolini management generale ed Ernesto Colombo che ricopre il ruolo di ispettore d’orchestra. L’orchestra ha all’attivo più di cento concerti sinfonici nelle più importanti sale concertistiche italiane e, dal 2014, anche estere. Ha un repertorio che si spinge fino alla musica contemporanea e vanta collaborazioni con alcuni tra i più importanti compositori della scena nazionale, con direttori d’orchestra e solisti di fama mondiale. «La nostra formazione è ormai legata a Piuro in modo solido. Anche l’anno scorso abbiamo suonato per una serata barocca, più raccolta, ma comunque emozionante. Ora torniamo in Val Bregaglia con una formazione ampia e la voglia di condividere un concerto centrale per il calendario della valle», continua Passerini. Per la Valchiavenna, che anche in questo 2017 sta proponendo un’intensa stagione di concerti, si tratta di un altro appuntamento di alto valore artistico che eleva l’offerta culturale per il pubblico di residenti e turisti.

Ma il concerto di Piuro è anche un’occasione preziosa per presentare al pubblico della provincia di Sondrio i progetti dell’orchestra. «Stiamo crescendo a livello organizzativo - sottolinea con soddisfazione Passerini -. L’età media è di circa 28 anni, abbiamo un centinaio di presenze di cui una decina valtellinesi. Dal 2015 siamo sostenuti dal ministero dei Beni culturali e questo passaggio in avanti ci ha permesso di migliorare sotto vari punti di vista. Per quanto riguarda l’aspetto artistico, l’anno prossimo inaugureremo la nostra stagione a Venezia, poi saremo a Verona. Da quest’anno - è la grande novità della provincia - siamo l’orchestra in residenza al teatro Sociale di Sondrio e insieme agli Amici della musica di Sondalo abbiamo scritto il programma della stagione. Sono previsti cinque spettacoli da ottobre e fra i cinque eventi, oltre al concerto di Capodanno, vorrei segnalare l’appuntamento del 22 dicembre con un’iniziativa dedicata alla musica da film. Nicola Piovani, premio Oscar per le musiche del film “La vita è bella”, dirigerà la “Vivaldi”».

© RIPRODUZIONE RISERVATA