Trofeo Marmitte dei Giganti, Valchiese e Gaggi si confermano al top
Alice Gaggi a braccia alzate sul traguardo di Chiavenna (Foto by foto lisignoli)

Trofeo Marmitte dei Giganti, Valchiese e Gaggi si confermano al top

Come nella passata edizione sono stati il duo trentino e la stella valtellinese a imporsi. Podio femminile completato da Ciappini e Galassi, mentre nel maschile splendida rimonta di Marco Leoni

Una classica delle conferme l’edizione numero 36 del Trofeo Marmitte dei Giganti. Sono gli stessi dello scorso anno i vincitori delle gare di corsa in montagna tenutasi domenica nella città del Mera, organizzate dal Gruppo Podistico Valchiavenna.

Come nell’edizione del 2016 la gara a staffetta maschile è stata vinta da Alberto Vender e Marco Filosi. La corsa individuale femminile, invece, è stata appannaggio di Alice Gaggi, per la sesta volta sul gradino più alto del podio. Dopo una notte di pioggia, una bella giornata di sole ha salutato gli atleti arrivati a Chiavenna. Bel tempo quindi, anche se parte del percorso presentava delle insidie dovute al fondo bagnato.

Prime a prendere il via sono state le ragazze. Grande favorita la plurivincitrice Alice Gaggi. La forte atleta de La Recastello Radici Group era reduce dalla mezza maratona disputata in Valtellina meno di 24 ore prima. Le grandi incognite sulla sua capacità di essere all’altezza degli anni precedenti però sono durate pochissimo.

Pronti via, Gaggi ha preso la testa della corsa alla guida del gruppetto delle più forti. A metà percorso lo strappo decisivo, che le ha consentito di guadagnare un margine sufficiente a chiudere la gara al primo posto in 24’ e 49’’. Non lontanissime comunque le inseguitrici, a dimostrazione che quest’anno la vittoria è stata decisamente sofferta.

A 12” è arrivata sul traguardo Roberta Ciappini del Gs Csi Morbegno. Terzo gradino del podio per Samantha Galassi, sempre de La Recastello Radici Group, a 36 secondi dalla vincitrice. A seguire, spazio alla gara maschile, come ormai da alcuni anni a staffetta. Anche in questo caso i vincitori non hanno rappresentato una novità per il pubblico chiavennasco.

La corsa è stata entusiasmante, con continui rovesciamenti nelle posizioni di vertice. La prima frazione ha visto l’allungo di Luca Magri de La Recastello Radici Group B, che chiudeva in 29’33’. Distante Alberto Vender, che lo scorso anno aveva fatto registrare la prestazione migliore. Il portacolori dell’Atletica Valchiese A ha chiuso con un ritardo di 22”, lasciando al compagno Marco Filosi il compito di recuperare, lontano dal primo posto e tallonato da vicino da Fabio Ruga de La Recastello Radici Group A a 9”.

La parte in salita della seconda frazione ha visto formarsi un gruppetto costituito dai tre atleti ai quali dopo una rimonta spettacolare si è accodato Marco Leoni del Gs Csi Morbegno A.

Nei tratti di saliscendi e sulle tecniche discese del percorso si è formato un duo di testa composto da Filosi e Leoni. All’ultimo chilometro il colpo di scena finale. Leoni, che a fine giornata è stato l’autore della frazione migliore in 29’08”, ha accusato lo sforzo compiuto per la prodigiosa rimonta. Filosi ha potuto arrivare in solitaria sul rettilineo finale di Pratogiano lasciando l’avversario a 12”. Deludente seconda frazione per La Recastello. Gli atleti in verde dopo aver dominato la prima parte della staffetta hanno chiuso al terzo posto con la formazione A di Ruga e Piane, giù dal podio con la squadra B di Magri e Francesco Della Torre. Per quest’ultimo un deludente 14° posto individuale, che ha reso inutile l’eccellente prestazione del compagno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA