Pizzatti convocato in Nazionale. «Non ci credo: era un miraggio»
Christian Pizzatti convocato in Nazionale dal ct Germanetto per i Mondiali di trail

Pizzatti convocato in Nazionale. «Non ci credo: era un miraggio»

Il runner di Poggi in maglia azzurra per i Mondiali di trail. Il secondo posto ottenuto in Piemonte ha sciolto gli ultimi dubbi al ct

Christian Pizzatti vestirà la maglia azzurra ai Mondiali di trail running in programma domenica 10 giugno nella “foresta sacra” di Badia Prataglia. Vi sono sogni che uno coltiva sin da bambino, sogni che insegui e che per molti sono pura utopia. La differenza sta nel crederci e nel lavorare duramente, giorno dopo giorno, per provare a realizzarli. La maggior parte delle persone certi sogni li chiude a doppia mandata nel cassetto.

I più tenaci li rendono realtà. Un giorno arriva una telefonata, che inizialmente pensi possa essere lo scherzo di un amico burlone, poi quella mail dalla Fidal (Federazione Italiana di Atletica Leggera) ti conferma che ce l’hai fatta: «Quasi non ci credo – ha confermato l’atleta di Poggi, 40 anni -. Ho corso le gare di selezione dando il massimo, ma non avrei mai creduto di centrare la convocazione. Questo traguardo soltanto alcuni mesi fa era un lontano miraggio».

Conosciuto in valle per i successi al Trail del Viandante e per alcuni Valtellina Wine Trail corso da assoluto protagonista, Pizzatti in questi mesi si è distinto sui sentieri chiavennaschi del val Bregaglia Trail e su quelli piemontesi di Cantalupo Ligure (seconda prova di selezione per le gare iridate) dopo un secondo posto alle spalle del veneto Stefano Fantuz ha sciolto gli ultimi dubbi del ct Paolo Germanetto: «Ora ho un obiettivo chiaro in mente – ha continuato il portacolori del Santi Nuova Olonio – ovvero arrivare nella migliore condizione possibile all’appuntamento di Badia Prataglia. Poi, ma solo poi, focalizzerò la mia attenzione sulla 100 km del Monte Bianco, la Ccc».

In base al programma, la squadra azzurra si troverà la seconda settimana di giugno a Badia Prataglia, nel cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.

Il programma dell’evento, oltre alla prova iridata di 49 chilometri con 2.700 metri di dislivello positivo, prevede la gara Open (aperta a tutti i tesserati) Sacred Forests Ultra Trail sulla distanza di 80 chilometri con 4.200 metri di dislivello positivo che partirà alle prime luci dell’alba (ore 5). Alle 10,30 invece partirà il “Long Trail” sempre aperto a tutti i tesserati sullo stesso percorso iridato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare