La Scarponata Alpina va a Rossi. Asparini domina tra le donne
Un’immagine della Scarponata Alpina (Foto by Foto Peppo)

La Scarponata Alpina va a Rossi. Asparini domina tra le donne

Come da tradizione, la gara unisce agonismo e momenti di incontro. Organizzatori soddisfatti: «Hanno partecipato pure trentacinque famiglie»

Il “fatto agonistico” della Scarponata Alpina, sesta edizione, di domenica 8, ha in calce la firma di Giovanni Rossi, portacolori della Sportiva Lanzada che ha coperto i 12 km di percorso (per 500m di dislivello) nel tempo di 54’42”48, precedendo al traguardo Alessandro Gusmeroli giunto con 29”59 di ritardo, mentre terzo è giunto Walter Dell’Andrino (Az. Agricola Tinozza) distaccato a 1’08”79.

Prima concorrente femminile, col tempo di 1h09’32”80, è giunta Sara Asparini del Csi Morbegno, 44a assoluta a tagliare l’arrivo. A loro è andato il trofeo Lucio Salvetti per i due assoluti maschile e femminile.

Undicesimo classificato è giunto Marco Pedrolini (di Poggiridenti) che si è aggiudicato il trofeo Nana Marco riservato al primo alpino al traguardo; il suo tempo: 1h01’58”69, mentre il trofeo Egidio Negrini, riservato al gruppo Alpino più numeroso, è stato vinto (quest’anno) da quello di Caspoggio, dopo quattro anni di interrotto predominio di Lanzada. Ma forse la sintesi della giornata è da cercare nella categoria delle Famiglie, in 35 al traguardo, rappresentata dal papà con una bimba (con scarponi regolamentari) sulle spalle e un altro pargolo (troppo piccolo per gli scarponi; virtuali, diciamo) nel marsupio sul petto.

Faticata tripla per questo “quadretto” familiare che è stato regolato dal gruppo facente capo a Serena Gaggi (Sportiva Lanzada) vincente in 1h45”,13. In oltre 450 hanno preso parte a questa Scarponata Alpina che ricordiamo è consistita in una corsa/passeggiata tutta su sentieri di fondovalle e lungo la pista ciclabile che collega Chiesa, Lanzada e Caspoggio. Sulla gara “corta” di 6,5 km (300m dislivello) il più rapido è stato il cadetto Matteo Bardea (Sportiva Lanzada) che in 35’47”23 è riuscito per un solo centesimo ad avere ragione del “ragazzo” Dennis Masa (Lanzada anche lui) con l’ottima Melissa Bertolina (ragazze) undicesima e prima della femminile.

«Sono state 35 le famiglie che hanno preso parte all’appuntamento – ci ha detto Rino Masa, coordinatore della Scarponata – che ha significato la partecipazione di un centinaio di persone (compreso il piccolo marsupio-trasportato), visto che dovevano essere composte di almeno tre elementi. In totale sono stati più di 450 i concorrenti che ci hanno fatto “compagnia” e ci hanno fatto capire che la Scarponata è sentita e apprezzata, in forte crescita; palazzetto di Chiesa affollatissimo, per pranzo e premiazioni. Con la bella collaborazione di tutta la Valmalenco, posso già sbilanciarmi a dire che la Scarponata sarà riproposta anche il prossimo anno - assicura l’organizzatore - . Il piacere di passare una giornata assieme per la quale vorrei ringraziare tutte le associazioni che hanno “stupendamente” collaborato alla perfetta riuscita corale della manifestazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA