La nuova sede Cgil. Sarà la Camusso  a tagliare il nastro a Sondrio
Davanti alla nuova sede: Guglielmo Zamboni, Michela Turcatti, Giocondo Cerri, Laura Rigamonti

La nuova sede Cgil. Sarà la Camusso

a tagliare il nastro a Sondrio

L’inaugurazione venerdì pomeriggio: «Vogliamo ringraziare chi ha reso possibile tutto questo. Sarà un luogo dove trovare una risposta efficace».

Arriverà Susanna Camusso per il taglio del nastro della nuova Camera del lavoro di Sondrio. La Cgil inaugurerà la nuova sede in via Torelli 3 all’incrocio con via Aldo Moro, vicino al settimo ponte, venerdì 16 dicembre alle 16.30, con la presenza del segretario generale.

L’inaugurazione della nuova sede sarà l’occasione per salutare e ascoltare le parole del segretario generale, che negli anni di lavoro in Lombardia ha conosciuto da vicino il mercato del lavoro locale. «Ma soprattutto, da parte nostra, sarà il momento migliore per ringraziare chi ha reso possibile questo importante traguardo: i lavoratori e i pensionati, le categorie, provinciali e regionali, tutti i livelli della nostra organizzazione, ma soprattutto gli iscritti della Cgil di Sondrio – sottolinea il segretario provinciale Giocondo Cerri -. Non a caso, la nostra nuova sede è dedicata proprio a loro».

La confederazione invita i cittadini, a cominciare proprio dagli iscritti e dalle istituzioni, a partecipare per un momento di festa insieme. «Molti utenti ormai ci conoscono già, ma vogliamo ufficializzare il progetto, estenderlo e ampliarlo e vogliamo che la nostra sede diventi punto di riferimento riconosciuto.  Proprio per questo chiunque voglia unirsi a noi per questo evento sarà il benvenuto, per un momento condiviso  nel nome dei diritti, delle tutele e della dignità dei lavoratori, dei pensionati, dei giovani e dei cittadini in genere». 

Al piano terra sono situati gli uffici del patronato Inca - che si occupa di varie pratiche fra le quali quelle relative a pensioni, assegni familiari e ammortizzatori sociali -, il centro servizi fiscali Caf - per le dichiarazioni dei redditi e le pratiche di Imu-Tasi-Tari, Isee, Red, successioni, detrazioni fiscali e colf-badanti - e lo sportello per i migranti (per i permessi di soggiorno e ricongiungimenti familiari).  L’ufficio vertenze garantisce l’assistenza ai lavoratori che vogliono far valere i propri diritti e a coloro che hanno interrotto il loro rapporto di lavoro per dimissioni o per licenziamento, ad esempio per recuperare crediti, differenze salariali, tutelare gli interessi dei lavoratori nelle procedure concorsuali, impugnare licenziamenti per consentire al lavoratore il rientro al lavoro o il risarcimento del danno.

«In questa nuova struttura vogliamo fare sentire a casa propria le molte migliaia di persone che ogni anno si rivolgono alla nostra organizzazione - conclude a questo proposito Cerri -. La nuova sede della Cgil è un luogo in cui chiunque abbia un bisogno può trovare una risposta non solo efficace, ma anche efficiente, grazie all’utilizzo di nuove tecnologie nell’accesso ai servizi e nelle prenotazioni e all’organizzazione innovativa degli spazi». 

Al primo piano si trovano gli uffici sindacali di tutte le categorie del settore pubblico e privato e dei pensionati, fatta eccezione per gli edili che si trovano al piano terra.  Lavoro significa anche attenzione per tutti coloro che sono in cerca di un’occupazione e di chi lo ha perso - pensiamo ad esempio con le pratiche per l’indennità di disoccupazione - con specifici servizi dedicati a questa esigenza dal Nidil.

© RIPRODUZIONE RISERVATA