Viabilità, il Comune di Tirano avvia due progetti
Si cambia anche su via Rasica in piazza della Basilica

Viabilità, il Comune di Tirano avvia due progetti

L’assessore Pola illustra i prossimi interventi previsti in zona Dosso e in piazza della Basilica. «In via Santa Maria apriremo un varco su via dei Castelli, mentre uniformeremo via Rasica al lato della Porta santa».

Un nuovo collegamento fra via dei Castelli e via Canali e la revisione di piazza Basilica dal lato di via Rasica. Sono i due provvedimenti in ordine alla viabilità che l’amministrazione comunale di Tirano intende adottare.

Il primo, in ordine di tempo, a essere realizzato sarà il nuovo sbocco nella zona del Dosso, fra via dei Castelli e via Canali, tramite una porzione di terreno comunale a suo tempo acquistata per questo scopo. Per l’intervento, del quale è già stato approvato il progetto esecutivo, nel bilancio 2017 è stata stanziata la somma di 18mila euro.

«Parallela a via dei Castelli corre una stradina, da via Santa Maria in direzione Sondrio per intendersi, che non ha un’uscita su via dei Castelli - spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Daniele Pola -. In sostanza si ferma dove oggi c’è l’ostello del Castello. L’idea è quello di aprire, con uno stanziamento poco oneroso, uno scivolo di raccordo che consenta ai residenti di via Canali di non dover fare più far marcia indietro con l’auto per uscire dalla via. Il collegamento darà un vantaggio alle abitazioni sulla via, all’incirca una decina, e all’ostello, che avrà un accesso più comodo. Lo spazio di cui stiamo parlando era utilizzato come area di cantiere, ora è libero. Avremmo potuto predisporre un posto auto pubblico che non avrebbe però risolto problemi a nessuno. Questo collegamento, invece, sarà utile a tutti i residenti nel muoversi più comodamente».

Il secondo progetto, in dirittura di arrivo, riguarda piazza Basilica. In questo caso l’amministrazione comunale, dopo essere intervenuta sul lato di fronte alla Porta santa con una pavimentazione rialzata e con l’apertura di una stradina pedonale per raggiungere via Elvezia, ora vuole concentrarsi sul lato opposto con una metodologia simile. «Il tentativo è di far sembrare le due parti della piazza, ora divise dalla strada per la Svizzera, più unite - prosegue Pola -. Lo faremo spostando più a valle le strisce pedonali che, in questo modo, saranno più in sicurezza e intervenendo sulla pavimentazione per creare una sorta di collegamento fra le due aree. Le auto potranno sempre entrare in piazza in direzione di via Rasica, ma toglieremo un po’ di spazio alla carreggiata, visto che è un senso unico di marcia, per darlo alla viabilità pedonale. In sostanza la piazza, verso il sagrato della chiesa, sarà rialzata e pavimentata con porfido. Il rialzo, come già accaduto dalla parte opposta, darà la sensazione di essere in un percorso protetto, in cui la velocità deve essere moderata». Quanto alla tempistica, l’assessore si augura di riuscire a concludere nel giro di qualche mese l’intervento di valorizzazione di piazza Basilica, meta ogni anno di migliaia di turisti e pellegrini provenienti da tutto il mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA