Trovato senza vita l’anziano disperso nei boschi
Molte le persone mobilitate nelle ricerche

Trovato senza vita l’anziano disperso nei boschi

È stato individuato grazie all’impiego di un elicottero in una canalone della Val d’Arigna

Le ricerche si sono concluse nel modo più triste. Poco dopo le 17 è stato trovato il cadavere di Angelo Amonini, il novantenne che era disperso nei boschi sopra Castello Dell’Acqua: era caduto in canalone della Val d’Arigna, profondo alcune decine di metri, non molto lontano dal centro abitato. Il corpo è stato individuato dall’elicottero del 118 e recuperato dagli uomini del soccorso alpino. La salma è stata trasportata all’aeroporto di Caiolo e da lì alla camera mortuaria dell’ospedale a disposizione dell’autorità giudiziaria.

L’allarme era scattato venerdì sera: Angelo Amonini, infatti, aveva raggiunto la sua baita in località Alpe Piazzola ma non aveva più fatto ritorno a casa. Era stato trovato il mezzo che aveva usato la baita, ma dell’uomo non c’era alcuna traccia.

Nel fine settimana le ricerche erano state serrate ma senza esito. Sono state riprese queste mattina presto, con oltre quaranta persone impegnate: i tecnici di tutta la settima Delegazione Valtellina - Valchiavenna del Soccorso alpino, con il SAGF - Soccorso alpino Guardia di Finanza e i Vigili del fuoco e la Protezione civile locale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA