Studenti eccellenti: un futuro luminoso con l’aiuto di Sem
Foto di gruppo con i vertici Sem per gli undici brillanti studenti premiati con le borse di studio (Foto by Sandonini)

Studenti eccellenti: un futuro luminoso con l’aiuto di Sem

La Società elettrica Morbegnese ha premiato undici “cervelli” destinati a farsi strada. Bertolini: «Speriamo esercitino in Valle il loro talento».

Studenti virtuosi, molti dei quali sono già proiettati verso dottorati di alta formazione e master all’estero. C’è Martino Rapella che vive già in America a Tucson, studia Business administration con un indirizzo sulla “sostenibilità ambientale”, Paolo Bianchini, 5° anno di Ingegneria energetica e nucleare, il suo obiettivo «Andare a lavorare all’estero, anche perché l’Italia ha scelto di “rinunciare all’atomo”».

C’è Andrea Tirinzoni, fa Ingegneria informatica al Politecnico e si sta laureando con l’Università di Chicago, uno dei massimi centri mondiali di studio e ricerca. O Luca Frate, Ingegneria civile e ambientale a Lecco. Martina Riva, Ingegneria Fisica a Milano, lavora ad una tesi sull’Ottica quantistica, e non manca chi, come Davide Ruffoni, al Politecnico di Milano, studia Ingegneria gestionale, e «una volta concluso il percorso di laurea», vorrebbe «tornare qui, impiegare quanto appreso, nelle aziende della Valle».

Poi ci sono i medici in formazione: Chiara Trotti, Medicina e chirurgia a Pavia, V anno, Matilde Vaninetti, Medicina all’Università Bicocca, e la schiera degli “umanisti”, Sharon Valena, Scienze Pedagogiche a Milano, presto il lavoro in un asilo nido, Ilaria Ciapponi, Lettere alla Cattolica a Milano, e in programma post laurea, l’insegnamento. O Giulia Spini, Scienze della Cultura a Modena, con un percorso mirato alle «Mediazioni culturali».

Sono gli «undici» studenti modello, selezionati dalla Sem, Società elettrica Morbegnese come assegnatari delle Borse di studio 2015-2016. La consegna dei riconoscimenti e incentivi, ai percorsi qualificati di formazione e specializzazione si è tenuta sabato mattina a Morbegno in via dell’Industria: presso la sede Sem.

Presenti il direttivo della società cooperativa che “illumina Morbegno e il circondario”, guidato dal presidente Pietro Bertolini, l’amministrazione comunale con il sindaco Andrea Ruggeri e il vicesindaco Gabriele Magoni. Con loro tutti gli universitari, le famiglie, a ricevere il premio in denaro, di 2.000 euro, e a raccontare orizzonti di studio, ambizioni professionali.

«Per il quinto anno consecutivo – ha precisato per la Sem Pietro Bertolini – riusciamo a mettere a disposizione della città, del mandamento, queste borse di studio. È uno sforzo che indirizziamo agli studenti dell’ambito territoriale con una piccola prevalenza nell’assegnazione ai percorsi accademici di carattere scientifico. Siamo una società che lavora nel settore energetico, e vogliamo incentivare i giovani ad investire in una qualificata formazione affine al nostro campo di competenza. Anche con l’auspicio che alcuni di questi giovani talenti accademici possano un giorno traghettare e utilizzare qui, con noi o nelle aree industriali provinciali capacità e competenze. Ma i premi – ha aggiunto – sono diversificati, e su tutto prevale il merito».

Partecipe e soddisfatta l’amministrazione di Morbegno: «È un onore – ha detto Gabriele Magoni – salutare in questa sala giovani che hanno ottenuto risultati di studio eccellenti. Anche il nostro auspicio è che ci possa essere per loro un futuro nelle aziende della Valle».

© RIPRODUZIONE RISERVATA