Sport, Morbegno premia Leoni e Paniga
Morbegno, la premiazione nella sala consiliare (Foto by Silvio Sandonini)

Sport, Morbegno premia Leoni e Paniga

Giovedì sera nella sala del consiglio assegnati lo “Sportivo dell’anno” e ”Una vita per lo sport”. Il primo premio è andato a una stella nascente della corsa in montagna, il secondo a un’icona del ciclismo nazionale.

Sono Marco Leoni e Annamaria Panig a gli sportivi dell’anno di Morbegno. Giovedì sera l’amministrazione comunale, presenti il vicesindaco Gabriele Magoni e il consigliere Matteo Franzi, ha premiato lo sportivo dell’anno, seconda edizione dell’iniziativa indetta dal Comune della Bassa Valle.

Con il deposito in Comune del verbale della riunione della commissione giudicatrice sono stati ufficialmente assegnati i premi “Sportivo dell’Anno” e “Una vita per lo sport” per l’anno 2017. I riconoscimenti vengono conferiti ad atleti e dirigenti del Morbegnese - ancora in attività per il premio “Sportivo dell’Anno” e alla carriera per il premio “Una vita per lo sport” - che si sono particolarmente distinti nel panorama delle attività sportive praticate sul territorio.

«Con l’edizione 2017 abbiamo pensato di anticipare la premiazione nella prima parte dell’anno. Ci è subito piaciuta la data del primo giugno, in quanto coincide con la Festa nazionale dello sport e con la festa provinciale promossa dal Coni», ha affermato Franzi, consigliere comunale e presidente della Commissione giudicatrice che ha esplicitato le motivazioni alla base della scelta dei giurati. Leoni - corsa in montagna - è stato scelto per i risultati ottenuti l’anno scorso, «quando è riuscito a conquistare la maglia azzurra. Si è distinto a livello provinciale, regionale e nazionale, ma ha dato il meglio vincendo la manifestazione internazionale San Marino mountain running - ha detto Franzi - battendo gli azzurri presenti, risultato che gli ha aperto le porte alla Nazionale guadagnandosi la convocazione per la gara internazionale di corsa in montagna di Llanberis».

Una vita per lo sport, invece, ad Annamaria Paniga, «una donna che ha contribuito alla crescita dell’associazione sportiva Pedale morbegnese». Negli anni 80 ha ricoperto il ruolo di consigliere della società per diventarne presidente dal ’90 sino al 2009, è stata inoltre consigliere della federazione ciclistica italiana dal ’94 al 2002. «Siamo orgogliosi di assegnare questo riconoscimento a Paniga che tanto ha dato all’associazione sportiva e alla città, riuscendo a creare un forte legame con i ragazzi e i dirigenti», le parole di Franzi. Ha ritirato il premio la nipote Pamela, per via dei problemi di salute della nonna, alla quale tutti hanno fatto gli auguri. Dal canto suo Leoni si è detto «riconoscente» per il premio ricevuto «nella mia città natale» e che ha voluto dedicare al suo allenatore Gianni Fransci «per tutto quello che mi ha insegnato».

A consegnare i premi ai due personaggi di quest’anno i vincitori dello scorso anno, Alice Gaggi e Giuseppe Ronconi. Presenti alcuni ospiti d’eccezione, che tanto hanno dato e danno al mondo dello sport come Beppe Del Nero, Asm ’70, e Natalino Bavo, campione di sci e primo maestro di sci della Bassa Valle, con Ettore Castoldi del Coni.

«Il mio ringraziamento - aggiunge Franzi - va come sempre a tutte le associazioni sportive del territorio e ai commissari membri della commissione giudicatrice - Maximilian Fattarina, Alberto Busi, Maurizio Damiani, Gianpietro Bottà, Dario Bottà e Antonio Rivolta - che con il loro prezioso contributo ci hanno permesso di assegnare questo riconoscimento, che ci auguriamo guadagnerà sempre più prestigio negli anni a venire».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare