Sono 15 i roghi da inizio anno  Andati in fumo quasi 200 ettari
I boschi in fiamme a Piateda Alta (Foto by foto Gianatti)

Sono 15 i roghi da inizio anno

Andati in fumo quasi 200 ettari

I voli con elicotteri regionali sono stati 32, sei quelli con i canadair . E a causa del forte vento previsto l’allerta in Valle rimarrà alta anche oggi.

Non è un bollettino di guerra, ma i numeri fanno comunque paura. In base ai dati resi noti ieri dalla Regione, dal primo gennaio al 18 aprile ci sono stati in Lombardia 149 incendi che hanno coinvolto in tutto 2358 ettari di territorio. In particolare, nella nostra provincia, dall’inizio dell’anno, si sono verificati 15 incendi che hanno interessato 137 ettari di superficie boscata, 52 di superficie non boscata, per un totale di 192 ettari.

Per spegnere questi incendi sono stati impiegati 121 vigili del fuoco e 267 volontari delle squadre di antincendio boschivo; le missioni con elicotteri regionali tra la Valtellina e la Valchiavenna sono state 32, sei, infine, quelle con i canadair dello Stato.

Sono numeri “pesanti”, che pongono la nostra provincia al quarto posto nella classifica delle zone più colpite dagli incendi in questi primi mesi del 2017. Al primo posto di questa poco invidiabile graduatoria troviamo la provincia di Como che è stata interessata da 45 incendi che hanno coinvolto 766 ettari tra prati e superfici boscate.

Al secondo posto la provincia di Brescia con 37 incendi (ma che hanno interessato in tutto 929 ettari), seguita da Bergamo (con 20 incendi e 109 ettari bruciati dalle fiamme). Molto più fortunate, sotto questo punto di vista, le altre province lombarde. A Pavia sono stati registrati 10 incendi, 9 in provincia di Lecco, 8 nel varesino, 3 nella zona di Monza e Brianza. Ultima in graduatoria la provincia di Milano, dove sono stati registrati solo due incendi che hanno coinvolto 11 ettari. «Ringrazio tutti i volontari e i funzionari che anche in questi giorni stanno lavorando per far fronte agli incendi che si verificano sul territorio regionale» ha detto l’assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, presentando questi i dati.

«Da inizio anno sono stati impegnati nelle fasi di spegnimento 1.853 volontari dell’antincendio boschivo di protezione civile e 734 vigili del fuoco. Gli elicotteri regionali hanno effettuato 134 missioni aeree mentre i mezzi aerei dello Stato 42» ha sottolineato l’assessore. Negli ultimi tre anni il Pirellone ha speso per le attività di prevenzione e lotta agli incendi boschivi 11 milioni e 500 mila euro ai quali vanno aggiunti 3,6 milioni destinati a Comunità montane, Province ed enti gestori. Ma cosa dobbiamo aspettarci per i prossimi giorni? Il persistere del vento forte ha peggiorato ulteriormente la situazione negli ultimi giorni e la Sala operativa della Protezione civile regionale ha confermato la criticità arancione per la giornata di oggi in tutto il territorio provinciale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA