Sondrio, il vento lascia il segno al parco Bartesaghi
Immagine eloquente di quanto accaduto al parco Bartesaghi a causa del vento forte che ha provocato numerosi danni

Sondrio, il vento lascia il segno al parco Bartesaghi

Alberi caduti, rami divelti, piante danneggiate dalle raffiche di questi giorni al parco cittadino. Parte dell’area verde è stata chiusa per sicurezza e il provvedimento potrebbe riproporsi viste le previsioni.

Alberi caduti nei prati e sui vialetti, rami divelti e tante piante danneggiate dalle raffiche. Al parco Bartesaghi il forte vento di questi giorni ha lasciato il segno, tanto che nel tardo pomeriggio di martedì e ieri mattina una parte dell’area verde è stata chiusa per ragioni di sicurezza: i danni maggiori si sono registrati nella zona ovest del parco, verso l’Adda e l’area della Sassella, ma per precauzione è stata chiusa anche la pista ciclabile che sbocca vicino al settimo ponte.

«Le piante abbattute o fortemente danneggiate dal vento sono tredici – spiega l’assessore comunale all’ambiente Pierluigi Morelli -, in molti casi si sono rotti dei rami, mentre in altri l’intero albero è finito a terra. Non si trattava di piante messe a dimora di recente oppure particolarmente vecchie, erano tutti alberi sani, che non presentavano problemi particolari, quindi probabilmente nell’area del parco le raffiche di vento sono state particolarmente forti rispetto a quanto registrato in altre zone del territorio comunale».

Martedì sera e nelle prime ore del mattino di ieri gli addetti della cooperativa Intrecci, nonché i tecnici del Comune hanno lavorato per mettere in sicurezza il parco, rimuovendo le piante cadute ed eliminando i rami pericolanti, ma a quanto pare qualche precauzione verrà applicata anche nei prossimi giorni viste le previsioni del tempo.

«Martedì pomeriggio dopo i primi interventi abbiamo chiuso l’ingresso del parco dalla pista ciclabile lungo il Mallero, segnalando i problemi nella parte ovest – ha spiegato Morelli -, mentre la zona centrale intorno al chiosco è rimasta accessibile. Se il forte vento dovesse continuare, siamo pronti a chiudere nuovamente il parco per precauzione, visto quanto accaduto in questi giorni».

L’ufficio Ambiente del Comune e la cooperativa che gestisce l’area verde, terranno d’occhio la situazione anche nei prossimi giorni, pronti a intervenire in caso di bisogno. Conclusi gli interventi di emergenza per eliminare rami e piante caduti, a palazzo Pretorio è iniziata la valutazione precisa dei danni provocati dal vento all’interno del Bartesaghi, per individuare i passi successivi da mettere in campo nelle prossime settimane.

«Abbiamo un’assicurazione contro questo tipo di danni accidentali, che copre una certa cifra – spiega ancora l’assessore -, ma andrà fatto un ragionamento complessivo e andranno valutati i costi per sostituire le piante. Molti degli alberi caduti erano lì da molti anni e piante così grandi non si trovano in commercio, anche volendo inserire un altro esemplare della stessa essenza, ma dovremo considerare anche l’ombreggiatura e l’aspetto paesaggistico, valutando caso per caso». Per ora la priorità è garantire la sicurezza dei cittadini all’interno dell’area verde, nelle prossime settimane i tecnici del Comune analizzeranno le possibili soluzioni per riportare il parco in perfetta forma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA