Skipass under 16, riparte l’iniziativa

Skipass under 16, riparte l’iniziativa

L’iniziativa fa il bis. Non a titolo completamente gratuito come al suo esordio, ma il progetto voluto da Bim, Provincia e Comunità montane in accordo con gli impiantisti torna anche in questa stagione sciistica.

L’ufficialità, dopo incontri e qualche si dice, è arrivata direttamente dalle sale del Consorzio Bim dove gli attori protagonisti si sono riuniti per l’annuncio.

Diecimila tagliandi staccati nella passata stagione invernale, anche non tutti ritirati o utilizzati o usati correttamente, erano un numero troppo elevato per non meritare una seconda chance. E così, pur con il correttivo del contributo simbolico richiesto alle famiglie - l’unico introdotto -, l’iniziativa è pronta a partire con la benedizione e l’adesione dell’intero territorio provinciale anche se manca ancora il sì formale delle ski aree della Valchiavenna e di Livigno dove le società d’impianti riuniranno i cda la settimana prossima.

«L’esperienza dello scorso anno è stata positiva - dice il presidente del Bim Alan Vaninetti - come testimoniano i commenti delle famiglie e degli altri protagonisti. L’obiettivo di avvicinare i nostri ragazzi alla pratica dello sci e alla montagna in generale ha funzionato e dunque non restava che riproporre il progetto». Con l’aggiunta della quota di compartecipazione di 20 euro.

Stretti i tempi: richieste ai singoli Consorzi turistici mandamentali da inoltrare entro la fine di ottobre con la documentazione scaricabile da sito del Bim ed emissione dei pass entro la fine di novembre. Saranno i consorzi a fornire le indicazioni su dove ritirare le tessere e in quel frangente si verseranno i 20 euro di contributo più i 5 euro di cauzione.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de La Provincia di Sondrio in edicola il 4 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA