Rilancio della Piastra, ora i progetti
Opere attese da tempo quelle per la riqualificazione del quartiere Sud Ovest della città

Rilancio della Piastra, ora i progetti

Quasi otto milioni di euro di lavori in più sul triennio con gli interventi del bando periferie. Per il quartiere Sud Ovest nuovo ponte ciclopedonale, ristrutturazione dell’asilo, illuminazione e telecamere

Quasi otto milioni di euro di lavori in più sul triennio, con le cifre maggiori previste per il 2018. Cambia il programma delle opere pubbliche, per inserire i progetti previsti sul bando per le periferie: dal nuovo ponte verso il parco Bartesaghi alla riqualificazione di via Maffei, l’amministrazione comunale allunga l’elenco degli interventi con i lavori del piano “La Piastra, qualità della vita e sicurezza nel verde”. La modifica è stata presentata giovedì sera alla commissione consiliare e contiene i vari progetti presentati a suo tempo da palazzo Pretorio, dopo la conferma da parte del Cipe delle risorse per tutti i piani dei Comuni inseriti nella graduatoria.
«Nel mese di luglio – hanno spiegato l’assessore ai Lavori pubblici Michele Iannottie il dirigente dell’Ufficio tecnico Gianluca Venturini - la presidenza del Consiglio ha richiesto di comunicare le nostre spese previste per il triennio 2017–2019, per la loro programmazione sul bando, e quindi si è messa a punto questa variazione». Per l’anno in corso sugli interventi del bando periferie è prevista una spesa di 350mila euro che servirà a finanziare le progettazioni, ha spiegato ancora Iannotti, mentre dal prossimo anno vengono programmati gli investimenti per le realizzazioni vere e proprie. «Una variazione corposa e complessa», ha rimarcato l’assessore, perché alla parte sul bando periferie si aggiunge la modifica delle cifre legate all’alienazione dell’ex Provveditorato: il peso maggiore sul triennio, in termini economici, è comunque dato dai progetti per la Piastra. L’elenco delle opere comprende un nuovo ponte ciclopedonale verso il parco Bartesaghi e una passerella (per bici e pedoni) a sbalzo sul Mallero lungo via Torelli, la ristrutturazione della scuola dell’infanzia di via Gianoli, la creazione di un giardino pubblico, di un posteggio e dell’orto-giardino in via del Cugnolo, la riqualificazione di via Maffei, il rifacimento di marciapiedi e pista ciclabile sul lato nord di via Giuliani, la sistemazione dei vialetti fra le aree verdi della Piastra, la bonifica e il recupero ad area verde dell’ex discarica di inerti, il rifacimento dell’illuminazione pubblica nel quartiere e l’installazione di nuove telecamere del sistema di videosorveglianza cittadino, oltre alla copertura con rete wi-fi dell’area della Piastra.
«Sono interventi che nei prossimi anni miglioreranno l’attrattività e la qualità della vita della Piastra, ma anche dell’intera città», ha rimarcato Iannotti, assicurando che i progetti arriveranno sul tavolo della commissione «quando arriveremo in una fase in cui saranno delineati». E su questo punto i consiglieri di minoranza hanno ribadito la richiesta di poter esaminare il prima possibile la documentazione già preparata. «Siamo felici che ci siano risorse per la Piastra – ha detto Andrea Masseradi Uniti per Sondrio -, ma su come verranno impiegate non sappiamo praticamente nulla, al momento. Abbiamo un elenco di interventi ma non abbiamo ancora visto i progetti, bisogna che l’ammnistrazione porti in commissione quanto prima almeno quello che può essere già presentato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA