Obiettivo turismo: un milione all’anno  a Bormio Marketing
La sede di Bormio Marketing

Obiettivo turismo: un milione all’anno

a Bormio Marketing

L’annuncio dell’assessore Spechenhasuer: i soldi arriveranno dai fondi aree interne e dai Comuni e saranno garantiti all’associazione fino al 2022

Il futuro turistico dell’Alta Valle è “targato” Bormio Marketing. Su questa associazione comprensoriale, che tanto ha stentato a decollare, si gioca lo sviluppo del mandamento almeno per il prossimo quinquennio. Ne è certo in primo luogo il comune di Bormio che, ripercorrendo l’articolato e difficoltoso avvio di Bormio Marketing (con un primo statuto, poco condiviso e per nulla rappresentativo del territorio ed un conseguente stop forzato dell’attività per mesi ndr.) ha delineato un futuro ben più radioso. Da gennaio 2018, infatti, l’associazione di promozione turistica beneficerà di 800mila euro - per i prossimi cinque anni – sui fondi della strategia delle aree interne oltre a 200mila euro quale contribuzione dei quattro comuni aderenti (Bormio, Valdisotto, Valdidentro e Valfurva), cifra che sarà finanziata con una quota parte dell’imposta di soggiorno dei vari enti.

«Per quanto riguarda Bormio – ha fatto sapere l’assessore al bilancio Roberto Spechenhauser – la Pro Loco (finanziata dal Comune tramite una convenzione che prevede 450mila euro annui ndr.) finanzierà Bormio Marketing per una quota pari a circa 120mila euro annui. La rimanenza spetterà agli altri comuni. Per quanto riguarda l’imposta di soggiorno del comune di Bormio (che si aggira sui 590mila euro all’anno), l’intero importo è vincolato a servizi ed attività turistiche e, anche in futuro, servirà a coprire, almeno in parte, il trasporto pubblico locale, gratuito per residenti e turisti. Un ambito - ha sottolineato l’assessore - che riteniamo importante dal punto di vista turistico e di immagine».

«Le Pro Loco continueranno a svolgere il loro ruolo fondamentale nel settore dell’accoglienza e dell’informazione. Anche nel corso della recente assemblea dei soci, è stata da più parti riconosciuta l’importanza della Pro Loco che, dal 2012 ad oggi, si è dotata di una struttura organizzativa valida, solida ed efficace».

© RIPRODUZIONE RISERVATA