Nuova fiammata a mezza costa  La Valchiavenna trema
Per ora le abitazioni non sembrano essere minacciate dalle fiamme

Nuova fiammata a mezza costa

La Valchiavenna trema

L’incendio sembrava ormai domato. Nel pomeriggio alcuni focolai hanno ripreso vigore.

Lo scenario peggiore, quando sembrava che l’emergenza fosse ormai finita, si è palesato ieri pomeriggio. Si dirige su aree boscate a sempreverdi finora mai toccate l’incendio che da quattro giorni divampa sopra l’abitato di Chiavenna.

La giornata di ieri era iniziata sotto i migliori auspici. L’incendio che dalla notte di Capodanno sta interessando il versante destro della Valchiavenna nel tratto compreso tra Pianazzola e San Giacomo Filippo sembrava ormai sotto controllo. Dopo aver risolto la situazione per i boschi sopra l’abitato di Bette di Chiavenna, durante la giornata di ieri il fronte delle fiamme aveva fatto registrare una netta battuta d’arresto nella zona al confine tra Chiavenna e San Giacomo. Proprio i boschi sotto i Prati di Dalò e Uggia mercoledì erano stati quelli che avevano dato le maggiori preoccupazioni, soprattutto durante il mattino.

Improvvisamente, però, le fiamme sono divampate nuovamente nel tratto sovrastante la Pua di Pianazzola. Nel punto in cui parte il cosiddetto sentiero attrezzato di rientro della ferrata. In pochi minuti il fronte dell’incendio si è allargato fino a interessare un lato del costone finora rimasto inviolato dalle fiamme.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare