Napoli, uscita choc  del sindaco di Cantù  «Una fogna infernale»
Da sinistra: il sindaco Claudio Bizzozero e il conduttore Paolo Del Debbio a “Quinta Colonna” su Rete 4

Napoli, uscita choc

del sindaco di Cantù

«Una fogna infernale»

Bizzozero si scaglia contro il leghista Salvini: «Un piccolo leaderuccio. Dice che quella città è casa sua? È l’emblema dell’Italia che tengo lontano»

Nel mirino c’è il leader della Lega Nord, Matteo Salvini. Ma, nello sparare sul Carroccio, il colpo di Claudio Bizzozero, fondatore - oltre che di Lavori in Corso, la civica con cui è sindaco di Cantù - del Fronte di Liberazione Fiscale, prossimo a presentarsi alle Regionali 2018, colpisce anche Napoli. «Salvini ha detto: “Napoli è casa mia”. Che un personaggio così insignificante - scrive Bizzozero via Facebook - rappresenti Napoli e la fogna italica non mi sorprende».

Un fan ribatte: «Io ti sto seguendo da tempo e ti apprezzo. Però non sono d’accordo con l’indicare Napoli come fogna italica». Replica di Bizzozero: «A me invece è sempre sembrata un inferno pieno di sporcizia e rifiuti. So che tanti trovano pittoresco ed affascinante questo inferno. Io invece lo trovo solo uno schifo indecente». Martedì sera, Bizzozero avrebbe potuto confrontarsi in diretta con Salvini a Quinta Colonna, Rete4. Invece i due interventi erano previsti in orari diversi. «Fossi stato presente - le parole di Bizzozero - gli avrei semplicemente detto che casa mia invece è Cantù, e la Lombardia è la mia terra, mentre Napoli per me resta una fogna infernale, emblema dell’Italia dalla quale mi tengo ben lontano».

I servizi su “La Provincia” di mercoledì 22 marzo 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA