Mattarella in Valdisotto per ricordare le vittime: ecco il programma
Come dieci anni fa, la cerimonia sarà davanti al Memoriale di Aquilone

Mattarella in Valdisotto per ricordare le vittime: ecco il programma

Domani cerimonia al cospetto del Memoriale di Aquilone. Servizio navetta per raggiungere la zona.

Una commemorazione organizzata nei minimi dettagli domani in Valdisotto, a trent’anni dall’alluvione. Imponenti le misure di sicurezza per la cerimonia che vedrà giungere, al cospetto del Memoriale di Aquilone, in Valdisotto, anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. T

Trent’anni dopo quei tragici giorni che hanno visto cambiare la geografia di una vallata e sono costati la vita a 53 persone, la Valtellina si ritrova a ricordare e a rendere omaggio alle vittime. Era l’agosto del 1987 quando in Alta Valle giunse l’allora presidente della Repubblica Francesco Cossiga: prima di quel giorno non era mai accaduto che un capo di Stato visitasse la Valtellina in forma ufficiale. Domani, la cerimonia istituzionale avrà inizio alle 11 con la deposizione della corona alle vittime della tragedia, in val Pola, seguita dalla lettura dei saluti delle autorità presenti, capitanate dai sindaci del mandamento, e la lettura di una poesia dedicata alle giovani vittime da parte di una bambina. Nel corso della mattinata, dopo che la corale della parrocchia di Cepina avrà cantato “Signore delle cime”, saranno consegnate dal prefetto di Sondrio, in tre momenti distinti e rispettosi della cerimonia, alcune targhe alle istituzioni centrali, rappresentate dalle alte autorità, unitamente a vari riconoscimenti alla memoria ai familiari delle vittime assieme ad alcuni attestati di benemerenza agli enti ed organismi locali. Con questo gesto si intende sottolineare il contributo per la fattiva e determinante attività di soccorso ed assistenza alle popolazioni colpite dalla tragedia.

Alla consegna delle dodici targhe alle istituzioni centrali, a mezzogiorno, seguirà la santa messa presieduta dal vescovo di Como Oscar Cantoni; al termine consegna degli attestati. Dopo la cerimonia commemorativa è in programma, a Lovero, l’inaugurazione del centro di formazione di protezione civile, realizzato dall’associazione volontari di Protezione Civile del gruppo A2a. Tale centro è stato realizzato anche in occasione del trentennale dell’alluvione ed è provvisto di una sala operativa attivabile nel caso di emergenza dichiarata.

A conclusione della giornata, alle 21 si svolgerà, presso la tensostruttura di Sondalo, il concerto “Gocce di musica”, organizzato da Bandainsieme di Sondalo e dalla Filarmonica Bormiese. Domattina, per accedere alla val Pola, d’obbligo seguire alcune regole al fine di permettere il regolare svolgimento di tutti gli appuntamenti in programma. Per l’accesso all’area interessata all’evento è stato allestito un parcheggio, raggiungibile dalla statale 38, uscita “Sondalo-Le Prese” o attraverso la strada comunale che passa per la chiesa di San Bartolomeo. L’accesso al parcheggio, che sarà segnalato dai volontari presenti lungo il percorso, sarà consentito fino alle 10. Presso il parcheggio sarà attivo, dalle 8,30 fino alle 10,30, un servizio navetta che consentirà il trasporto fino al luogo dove si terrà la commemorazione; il servizio riprenderà alle 12. La popolazione e quanti intenderanno partecipare alla cerimonia potranno raggiungere il posto anche a piedi, passando per la località di Tola. La strada provinciale n. 27 sarà chiusa al transito dal km. 24+400 al km. 26+800 dalle 8 alle 14.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare