Ma quale museo? Si passa al residence  Savogno, il Comune cambia strategia
Uno scorcio del borgo di Savogno , cambiano le scelte del Comune

Ma quale museo? Si passa al residence

Savogno, il Comune cambia strategia

L’amministrazione aveva acquistato due abitazioni con l’idea di ospitarvi esposizioni Dopo anni la svolta: ora si pensa di inserirle nel progetto di “albergo diffuso” con 10 posti letto

Dovevano diventare il museo di Savogno, saranno trasformati in un residence di extralusso. Svolta inattesa a Piuro per quanto riguarda due immobili storici situati nel rinomato borgo di mezzacosta. Ormai anni fa l’amministrazione comunale aveva acquisito, nell’ambito di un progetto di valorizzazione del borgo, due vecchie abitazioni. L’intenzione era quella di farne un museo in quota, evidentemente di tipo etnografico. Un progetto che era stato accantonato, in attesa di recuperare i fondi necessari a sistemare i due rustici e fornirli della dotazione appropriata a ospitare il museo.

La nuova amministrazione ha deciso, invece, di cambiare radicalmente strada e inserire i due immobili nel disegno complessivo che vuole puntare sullo sviluppo del cosiddetto “albergo diffuso”. In sordina il comune ha incaricato un tecnico di presentare uno studio di fattibilità tecnica e economica relativa all’idea. Progetto che, naturalmente, riguarda solamente i lavori di restauro. Si parla di un intervento da quasi 250mila euro. Senza contare che poi gli spazi andranno arredati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA