Livigno premia il volontariato  «Eroi della nostra quotidianità»
Il gruppo dell’oratorio con le autorità del paese: sindaco e don in testa

Livigno premia il volontariato

«Eroi della nostra quotidianità»

Il Piccolo Tibet renderà l’iniziativa una consuetudine per ringraziare i cittadini. «Chi in biblioteca o all’oratorio, chi in cucina o nelle zone terremotate: tutti si sono distinti».

In prima linea nell’attività del paese i volontari di Livigno sono finiti in prima fila sul palco di Plaza Placheda in occasione della festa patronale. Quattro i gruppi premiati per un totale di una cinquantina di persone che hanno ricevuto il prestigioso attestato che certifica l’ impegno al servizio degli altri.

I volontari di Livigno che sono andati in Abruzzo ad aiutare le popolazioni durante il sisma sono stati capaci di balzare agli onori delle cronache nazionali grazie alla loro capacità tecniche. Dei veri eroi ai quali è andato il tributo della platea dei compaesani. Fa parte della quotidianità, ma per questo non è meno importate, l’attività dei volontari del Mus, il Museo di Livigno, e delle mamme che si danno da fare in oratorio. I volontari di progetto ambiente invece hanno realizzato interventi didattici all’interno delle scuole del paese. «È intenzione dell’amministrazione comunale riproporre ogni anno il premio, effettuando la premiazione in occasione della festa del patrono - rivela l’assessore ai servizi sociali, Romina Galli -. Invito la popolazione fin da oggi a segnalare in Comune tutti coloro che potrebbero essere meritevoli del premio».

Nella serata dei volontari grandi protagonisti anche il trio Casy Cusini, Annatina Confortola e Luigi Pedrana, che insieme a Sandro Mottini sono da lustri gli artefici della serata gastronomica nel giorno del patrono proponendo i piatti della tradizione livignasca.

«Le ricette le abbiamo prese dal libro realizzato dall’associazione cuochi e pasticceri di Livigno - rivela Pedrana -. Oltre il migliaio di commensali hanno dimostrato di apprezzare i piatti della tradizione di Livigno che facevano parte della quotidianità del nostro paese fino agli anni Settanta. Ora ci sono dei ristoranti che ogni tanto li propongono».

Emergenza neve Abruzzo: Alessandro Claoti, Davide Mascherona, Valentino Longa, Ceno Silvestri, Guido Gurini, Ivan Bormolini, Matteo Dessi, Antonio Battagliese, Davide Cusini, Fabio Sertorio, Nicolò Galli, Raffaele Cantoni, Walter Bormolini, Andrea Bormolini, Giacomo Cusini, Oliver Polinelli, Andrea Silvestri. Volontari per il museo: Fabia Antonioli, Gaia Biancotti, Matteo, Cristina e Vito Bormolini, Milena Cusini, Cecilia e Giuseppe Longa, Giacomo Martinelli, Ilaria Peri, Giuliano e Menia Silvestri, Achille Cusini e Graziella Silvestri, Silvana Rocca, Rina Mottini, Gianluigi e Domenico Bormolini, Sofia Pedrana e Alice Silvestri, Cati Trabucchi. Mamme dell’oratorio: Patrizia, Morena, Gloria e Milena Rodigari, Deborah Rainolter, Katia Cerutti, Veronica Della Matera, Nadia Zini, Nicoletta Galli, Elena Padellini, Francesca Bormolini. Progetto ambiente: Endrik Silvestri, Federico Galli, Mosè Rodigari, Renato Silvestri, Mattia Cusini, Omar Galli, Marco Silvestri, Giuseppe Bianchetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA