«La Bandiera arancione per Teglio»  Il Touring Club lancia la nomination
Gian Emilio Terranova, Flavio Bottoni ed Elio Maria Narducci alla conviviale dell’Accademia del pizzocchero

«La Bandiera arancione per Teglio»

Il Touring Club lancia la nomination

La vetrinaL’idea è stata lanciata dal console provinciale, adesso la parola passa al Comune

Il paese candidato anche per la Penisola del tesoro che valorizza i centri più belli e meno noti

Teglio in corsa per la “Bandiera arancione” del Touring Club Italiano? Per ora si tratta solo di una proposta ventilata dal console provinciale del Tci, Gianni Emilio Terranova, ma l’idea potrebbe concretizzarsi con l’interessamento del Comune .

Parliamo del prestigioso marchio di qualità turistico-ambientale del Touring Club Italiano rivolto alle piccole località dell’entroterra che si distinguono per un’offerta di eccellenza e un’accoglienza di qualità. È il caso di Teglio secondo Terranova che, nel corso della conviviale promossa dall’Accademia del pizzocchero lunedì sera, ha lanciato la candidatura. Il marchio si ottiene in base a diversi criteri tra i quali la valorizzazione del patrimonio culturale, la tutela dell’ambiente, la cultura dell’ospitalità, l’accesso e la fruibilità delle risorse, la qualità della ricettività, della ristorazione e dei prodotti tipici. 

Il marchio (anche Chiavenna ce l’ha) è temporaneo e subordinato al mantenimento dei requisiti nel tempo; la verifica avviene ogni tre anni con tempi fissati da Tci a livello nazionale, validi per tutti i Comuni a prescindere dall’anno di assegnazione.

Le altre proposte

Il programma territoriale Bandiere arancioni, in coerenza con i principi sui cui si fonda il Tci, promuove la conoscenza di luoghi poco conosciuti ma di grande pregio e stimola il viaggiatore a visitare questi luoghi e al tempo stesso avendone cura proprio perché preziosi. Ma non è finita qui. Sempre Terranova ha candidato Teglio come sede della “Penisola del tesoro”, l’iniziativa del Tci che da 17 anni conduce i soci e tutti gli amanti del Belpaese (ad ogni edizione partecipano fra le 500 e le mille persone) alla scoperta dei luoghi italiani meno conosciuti, ma non per questo meno importanti quanto a ricchezza di tesori artistici, naturalistici, tradizioni culturali e artigianali. Ha plaudito l’iniziativa il presidente dell’Accademia del pizzocchero, Flavio Bottoni, mentre l’assessore alla Cultura, Fabio Cattania, ha aggiunto: «Colgo con piacere l’invito del Touring Club e lo proporrò all’amministrazione comunale». La candidatura di Teglio alla Bandiera arancione deve essere portata avanti da un ente pubblico, mentre un ente certificatore esterno ne valuterà i requisiti.

I rapporti con la Germania

Ospite del sodalizio anche Elio Maria Narducci, segretario generale della Camera di Commercio Italiana per la Germania. Narducci, nato a Termoli 26 anni fa, ma sondriese di adozione, dal settembre 2015 è alla guida operativa di Itkam, che ha sede a Francoforte. L’Itkam, in funzione dal 1911, è un’associazione privata di imprenditori che opera sui mercati italiano e tedesco per favorire le relazioni economico-commerciali e la cooperazione tra le imprese di entrambi i paesi. La sua missione è promuovere il made in Italy attraverso consulenze personalizzate alle imprese interessate ad aumentare le vendite sul mercato tedesco anche con mostre, fiere e convegni. Da Narducci sono arrivati l’invito a promuovere ancor di più i pizzoccheri all’estero e la disponibilità a portare l’Accademia in Germania per un evento legato al marketing gastronomico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA