Il folle “gioco” della Balena Blu  Due casi anche nell’Erbese
Un posto di blocco dei carabinieri. Ai militari si sono rivolti i genitori delle due ragazzine

Il folle “gioco” della Balena Blu

Due casi anche nell’Erbese

L’allarme dei genitori dopo avere visto i tagli sulle braccia delle figlie. L’intervento dei carabinieri che sono risaliti fino al “contatto” di Trieste

Sta diventando un vero e proprio incubo per le famiglie e per i ragazzini. Si chiama “Blue Whale”, Balena Blu,. ed è un “gioco”, se così si può definire, che porta chi lo pratica fino alle estreme conseguenze. Dalle prime azioni di autolesionismo con i tagli sulle braccia fino alla conclusione del percorso lungo 50 tappe in altrettanti giorni che culmina con la morte del “giocatore”; sarebbero oltre 150 le giovanissime vittime di questo folle gioco che arriva dalla Russia e attraversa i social.

Due mamme di due ragazze che frequentano le Medie nell’Erbese si sono accorte delle ferite sulle braccia delle figlie e hanno chiesto aiuto ai carabinieri che hanno avviato le indagini fino a risalire al “contatto” che le due avevano aperto con una coetanea di Trieste, che le “guidava” via internet.

Servizio su La Provincia in edicola venerdì 26 maggio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA