Gestione strade, solo gli asfalti costano un milione

Gestione strade, solo gli asfalti costano un milione

Soddisfatto per il nuovo corso gestionale delle strade del Gavia, San Marco e Mortirolo destinate a passare dalla mano locale a quella regionale, il presidente della Provincia Luca Della Bitta fa il punto della situazione della rete viaria provinciale.

La viabilità per palazzo Muzio, insieme alla manutenzione degli edifici scolastici, resta non soltanto una delle competenze chiave, ma una priorità nell’attività dell’ente che nonostante i continui tagli delle risorse statali prevede un pacchetto di interventi per gli asfalti delle strade di un milione di euro.

Il piano messo a punto dall’amministrazione provinciale è suddiviso nei quattro gruppi che rappresentano altrettante aree della Valle. E dunque 194 mila euro andranno sulle strade della Valchiavenna; 165mila euro per la Bassa valle, 308mila euro per la Media Valle. Infine, ci sono 331mila euro per Tiranese e Alta valle.

«Risorse importanti - dice Della Bitta -, ma insufficienti a coprire i fabbisogni reali di una rete viaria di quattrocento chilometri. Il nostro impegno è comunque quello di mettere altri fondi man mano che ne avremo la disponibilità». Oltre a questo milione per gli asfalti ci sono già altri due stanziamenti importanti per interventi complessivi su altrettante strade: un milione per l’arteria della Valmasino e 1,2 milioni di euro per la Provinciale della Valgerola.

Alla luce di questi impegni, risulta ancor più evidente l’importanza del protocollo siglato venerdì con la Regione per il passaggio dei tre tracciati che portano ai passi alpini di Gavia, San Marco e Mortirolo. «Nel momento in cui l’intesa diventerà operativa - spiega Della Bitta -, allora per queste strade ci saranno percorsi diversi. Nel frattempo, per ciascuno di questi tracciati faremo le analisi dei costi di manutenzione, così da avere un quadro chiaro».

Per capire l’entità delle manutenzioni che contemplano anche lo spazzamento neve e la pulizia primaverile, Della Bitta ricorda che il cantiere per il ripristino della strada di Albaredo dopo la frana del 2015 è costato, da solo, 400mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA