Chiedono offerte per don Diego Fognini  Ma è una truffa
Don Diego Fognini (Foto by Silvio Sandonini)

Chiedono offerte per don Diego Fognini

Ma è una truffa

È la comunità di recupero a dare l’allarmee a mettere in guardia gli anziani della Bassa Valle.

«Siamo venuti a conoscenza che alcuni individui si aggirano nelle case degli anziani spacciandosi per volontari di don Diego Fognini chiedendo loro offerte oppure vendendo articoli vari. Vorremo allertare la popolazione: non siamo certo noi a utilizzare questo metodo, senz’altro ingannatore, nei confronti della popolazione».

L’appello arriva direttamente dall’associazione e comunità di recupero La Centralina di San Bello, frazione morbegnese guidata da don Diego Fognini. Ed è proprio don Diego, molto conosciuto, e non solamente in Bassa Valle, a mettere in chiaro le cose.

Chiunque vada in giro chiedendo soldi per la comunità di recupero, insomma, è un truffatore. «E vorrei soprattutto avvisare le persone più anziane che più facilmente cadono in errore e danno fiducia a sconosciuti che usano il mio nome per raggirarle - dice don Diego -. Assolutamente non utilizziamo questo stile di avvicinamento alla cittadinanza, figuriamoci se una comunità che si occupa del recupero di tossicodipendenti e alcolisti manda i suoi ragazzi a domandare soldi casa per casa».

Mentre i malintenzionati che si aggirano fra Morbegno e Talamona in questi giorni si introducono nelle case vendendo cerotti, strofinacci o matite. «Per dieci euro - dice don Diego -, come mi ha riportato una signora che, insieme ad altri, è stata raggirata e che non solo ha acquistato degli oggetti, ma ha donato altri soldi allo sconosciuto per darli in beneficenza alla Centralina. Invitiamo quindi tutti a stare attenti e a non fidarsi di queste persone, perché mai noi utilizzeremo questi metodi». In qualsiasi caso di dubbio, molto meglio avvertire le forze dell’ordine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA