Cade in una scarpata, morto a Campodolcino
Il Soccorso alpino in azione in una foto d’archivio

Cade in una scarpata, morto a Campodolcino

Un uomo di 65 anni di Fraciscio, G.F. le iniziali, ha perso la vita dopo un volo di oltre un centinaio di metri

Infortunio mortale in Valchiavenna. Un uomo di 65 anni di Fraciscio, frazione di Campodolcino, G.F. le iniziali, ha perso la vita dopo essere caduto per oltre un centinaio di metri in una scarpata. Era uscito per raccogliere della legna ma verso sera, non vedendolo rientrare, i familiari hanno dato l’allarme. La centrale operativa del 112 ha inviato sul posto i tecnici del Cnsas Lombardo (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico), Stazione di Madesimo della VII Delegazione Valtellina - Valchiavenna. Nove i soccorritori impegnati. Sono intervenuti anche il Sagf - Soccorso alpino guardia di finanza, i carabinieri e i vigili del fuoco del distaccamento di Campodolcino e della sede centrale di Sondrio con la fotoelettrica.

L’attivazione è scattata intorno alle 22,15 di ieri sera. Poco dopo l’inizio della ricerca è stato trovato un attrezzo usato dall’uomo ed è seguito l’avvistamento del corpo in fondo alla scarpata, senza vita, in una zona a circa 1250 metri di quota, nei boschi al di sotto del centro abitato. Il recupero è avvenuto per mezzo della barella. La salma è stata portata all’ospedale di Chiavenna. L’intervento si è concluso verso le 3 di stanotte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA