Bando periferie, niente fondi alla Piastra

Bando periferie, niente fondi alla Piastra

Fuori dall’elenco dei progetti immediatamente finanziati, ma in buona posizione per beneficiare degli ulteriori fondi inseriti nella legge di stabilità di quest’anno.

È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto d’approvazione con relative comunicazioni e graduatorie del bando periferie proposto dal Governo Renzi e a cui avevano aderito numerosi capoluoghi e città metropolitane.

In base ad un esame dei piani e al punteggio stilato dal nucleo di valutazione sono stati promossi immediatamente 24 progetti, finanziati con i 500 milioni di euro stanziati dalla Legge di stabilità approvata a dicembre 2015 mentre i restanti, tra cui quello del Comune di Sondrio (al quarantunesimo posto con 66 punti, primo tra i capoluoghi più piccoli), sono stati rimandati a finanziamenti con risorse successivamente disponibili. Risorse che potrebbero arrivare già nel corso dell’anno.

«Sappiamo - dice il sindaco di Sondrio Alcide Molteni - che nella Finanziaria di quest’anno sono stati inseriti 1,5 miliardi di euro per il bando. Attendiamo quindi con ansia la comunicazione del Cipe in proposito».

Il sindaco è fiducioso e anche soddisfatto della valutazione ottenuta dal progetto presentato. «Sapevamo che eravamo messi bene in classifica - continua - e anche che le città metropolitane e i capoluoghi più grandi avevano punteggi più alti. Da quanto ci è stato detto da Roma, comunque il progetto dovrebbe essere interamente finanziato già quest’anno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA