A tagliare l’erba ci pensa “Enea Reaper”  Il robot-tesina di due aspiranti periti
Luca Colombo e Matteo Bertini, inventori di Enea Reaper

A tagliare l’erba ci pensa “Enea Reaper”

Il robot-tesina di due aspiranti periti

Work in progress per Luca Colombo e Matteo Bertini, studenti dell’Itis Mattei di Sondrio

Fare di necessità virtù. E garantirsi la materia prima per la tesina, “biglietto da visita” da presentare all’esame di maturità. Perché è così, da un bisogno concreto, che è nato “Enea Reaper”, come è stato battezzato il robot tagliaerba, progettato e costruito interamente da zero da Luca Colombo e Matteo Bertini, maturandi della classe quinta B di elettronica dell’Itis Mattei di Sondrio.

Era l’estate scorsa quando Luca, con Matteo, si è trovato seduto nel giardino – «piuttosto grande» – di casa sua, «e dovendo tagliare l’erba, ma non avendone voglia, insieme abbiamo pensato che sarebbe stato bello costruirne uno».

Hanno perciò iniziato a coltivare l’idea di realizzare il robotino, «che a scuola abbiamo messo a punto, prima progettandolo e poi costruendolo». Un work in progress - stanno lavorando sia a scuola, che a casa -, per i due giovani intraprendenti, che tra l’altro entrano di diritto nella storia scolastica provinciale, essendo loro in assoluto insieme a tutta la quinta B i primi periti elettronici che si diplomeranno in Valle, indirizzo, che sino a qualche anno fa in Valtellina non c’era e questo diploma lo si poteva conquistare, solo varcando i confini provinciali, per esempio nel Lecchese.

«Con la stampante 3D, di cui è dotata la scuola, abbiamo costruito tutte le parti strutturali in plastica» spiegano i due studenti. Dopodiché si è passati alla creazione dei circuiti, che consentono al robot di entrare in funzione, nonché alla programmazione dell’innovativo strumento da lavoro, «che non ci dispiacerebbe – confessano entrambi -, magari un giorno non troppo lontano, poter mettere sul mercato e venderlo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA